CSP, M5S: “il sindaco non esponga i cittadini a pagare risarcimenti”

8 Luglio 2019
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel consiglio comunale di domani la maggioranza si appresta ad approvare gli indirizzi per le nomine in enti e aziende da parte del sindaco, dopodiché sembra abbastanza evidente cosa accadrà: verrà licenziato un manager assunto per meriti tramite concorso pubblico per assumere un qualche “amico”, forse della Attig vista la gioia nelle sue dichiarazioni o forse un membro di Fratelli d’Italia che si è dimesso da consigliere pochi giorni fa.
Non vorremmo pensare che dopo che il Movimento cinque stelle ha stabilito un modello meritocratico si ritorni agli incarichi di vertice soprattutto per “meriti” politici.
Come si licenzia per “giusta causa” un manager che, conti alla mano, ha gestito con difficoltà oggettive un’azienda nata dalle ceneri di altre 4 con 40 milioni di debiti, mantenendo comunque i conti in ordine per la gioia delle nostre tasche?
Come fa la sindacalista consigliera ad esultare per un licenziamento senza giusta causa tra l’altro con il rischio di un ricorso milionario ai danni dei contribuenti?
Ci auguriamo che il sindaco non si faccia tirare per la giacchetta per mantenere gli equilibri all’interno della sua maggioranza, esponendo i cittadini a pagare risarcimenti salati.
Movimento cinque stelle Civitavecchia


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento