CRISOSTOMI PD

Jenny Crisostomi, del Partito Democratico interviene sulla decisione della Giunta di mettere a bando i bagni della Marina.   “Togliamo qualche altro servizio a Città Pulita e poi diciamo che va male e che i dipendenti devono fare i sacrifici. E’ veramente un bel modo di pensare quello dei 5 stelle. Si tolgono i servizi alle società del Comune, si lascia il personale e poi si dice ai dipendenti che devono fare sacrifici perché ci sono gli esuberi, e si consegnano i servizi ai privati, pagandoli. Il caso dei bagni pubblici alla Marina – per quanto di modesta entità rispetto agli altri danni già causati – è veramente emblematico. I bagni vennero affidati a Città Pulita dalla Giunta Moscherini che con l’occasione fece assumere anche 2-3 dipendenti in più. Il bagno veniva assegnato senza la possibilità di chiedere un corrispettivo (o un contributo, come si fa ovunque) alla utenza. Così a Città Pulita vennero di fatto “appioppati” solo i costi del personale aggiuntivo, senza poter contare su alcun ricavo. Adesso la grande idea del Consigliere-dipendente di Città Pulita. Righetti propone togliamo la gestione gratis a Città Pulita e diamola a pagamento a un privato. Quando ci sta da fare una cosa gratis la si dà alle società del Comune, quando ci sta da guadagnarci , la si toglie alla società – di cui si è dipendenti – e la si dà al privato. Righetti dovrebbe tenere un corso di nuova istituzione: “Come tutelare gli interessi di tutte le aziende tranne della propria”. Domanda: ma i 3 dipendenti assunti per quel servizio li continua a pagare Città Pulita? Poi chi lo racconta che dopo aver tolto la riscossione della TIA/Tares, della gestione delle caldaie, della riduzione dei parcheggi, dei bagni pubblici, della riduzione unilaterale dei contratti, non ci sono più gli stipendi e occorrerà mandare a casa i dipendenti ? Si sta facendo l’esatto contrario di quello che si sarebbe dovuto fare e che la Giunta Tidei aveva iniziato a fare (con la revisione di numerosi contratti, che avevano permesso una riduzione drastica del debito). Siamo veramente alla follia o al masochismo più sfrenato: si toglie alla propria società a cui si lasciano i costi e si danno i ricavi ad altre”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com