CRC, intervista al coach Granatelli

14 Giugno 2019
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

La stagione del rugby è stata entusiasmante. Al di là della delusione per la sconfitta nello spareggio, in casa Crc c’è la consapevolezza di aver fatto qualcosa di grande. Il coach Giampietro Granatelli torna a parlare, a mente fredda, della stagione biancorossa. “Mi manca l’adrenalina, è sempre così quando terminano le partite. Abbiamo però bisogno di recuperare le energie nervose, ma il campo manca molto”. Ma c’è qualcosa che non rifarebbe il tecnico del CRC? “Obiettivamente no, magari nell’ambito della preparazione qualche aggiustamento lo avrei fatto, ma il risultato non sarebbe cambiato. Il roster è stretto, diciamo che abbiamo fatto un grosso campionato anche sotto il profilo del recupero degli infortuni. E tutto lo staff ha fatto cose grandi”. Dati alla mano, cosa pensa dei numeri della squadra Granatelli, a cominciare dalle partite vinte? “Per concorrere ed essere competitivi dovevamo vincere sempre. Il ko di Firenze ci stava, ma quella fu una gara bugiarda perché il campo non era praticabile. Siamo stati penalizzati dalle condizioni meteo. Romagna ha dimostrato di essere vicina a noi, Firenze no”. Ed ora ripescaggio oppure no? “Le date e la programmazione sono le stesse, da questo punto di vista siamo sereni. Una squadra di buon livello di B può stare in media/bassa classifica in serie A. Prima ero contro il ripescaggio ma ora la situazione è cambiata. Con il -4 punti, se fossimo ripescati è come se salissimo di categoria regolarmente. Partiremo da una buona base e da qualche innesto importante. Probabilità di ripescaggio? Non saprei, forse 50 e 50, ma non sono preoccupato. In caso ci torneremo il prossimo anno, abbiamo tutte le qualità per centrare l’impresa. La società sta lavorando bene e su più fronti”. Ma cosa si porta dietro Granatelli di questa stagione? “Tanti momenti speciali, come i rapporti con i ragazzi. Per me sono come dei figli. Ogni trasferta, ogni gara è motivo di emozione”. Il CRC continuerà ad allenarsi anche a giugno e luglio. Nella prima parte di agosto ci sarà un lavoro più specifico, poi la preparazione inizierà a fine dello stesso mese.

Lo staff della comunicazione
CIVITAVECCHIA RUGBY CENTUMCELLÆ asd



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento