Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del consigliere comunale di SEL Giulio Agostini.

Nulla di personale, ma ritengo che chi ricopre incarichi per conto dell’Amministrazione comunale,  nel momento in cui con essa intraprende contenziosi a qualsiasi titolo, debba dimettersi dalla carica ricoperta. Mi riferisco nella fattispecie al delegato del Sindaco al Commercio, ma il concetto è chiaramente di portanza generale.

Non è in discussione la legittimità dell’ iniziativa intrapresa dal delegato per conto dell’organismo che rappresenta, mi limito solo a rilevare come un tale conflitto di interessi, perché di questo si tratta, non debba passare inosservato.

Ovviamente questa è solo una mia opinione, tuttavia provo anche un certo fastidio nel constatare il danno economico  procurato all’Amministrazione comunale, che rischia di vanificare anche il proposito di restituire ai cittadini la TIA che oggi come Amministrazione siamo costretti a far pagare per ripianare la situazione  disastrosa ereditata.

Ma evidentemente Il mio fastidio non è pari all’imbarazzo che a mio avviso il delegato dovrebbe sentire nel mantenere una carica fiduciaria in rappresentanza del Comune dopo averlo denunciato, altrimenti sarebbe giunto da solo alle ovvie conclusioni. Imbarazzo che comunque non sarà mai pari a quello dell’ Amministrazione Comunale nel momento in cui dovrà difendersi dalle accuse di un suo rappresentante.

Per fortuna non è mai troppo tardi, né per il Delegato né per il Sindaco: invito entrambi, serenamente, ad una attenta riflessione sull’argomento”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com