Investimento da 1 miliardo di euro.

Attraccherà domani 19 novembre alla banchina 12 bis del porto di Civitavecchia, la nave sarà diretta a New York.

 

Attraccherà domani nel porto di Civitavecchia, MSC Seascape, per imbarcare i primi passeggeri e salpare intorno alle ore 21:00 verso l’oceano Atlantico per raggiungere New York, dove il 7 dicembre festeggerà il suo battesimo.

Si tratta della nave più grande mai costruita in Italia e mercoledì mattina Fincantieri l’ha consegnata alla compagnia di navigazione Msc Crociere. Alla cerimonia ha partecipato anche il Ministro dei Trasporti e Infrastrutture Matteo Salvini che è salito a bordo accolto da Gianluigi Aponte, numero uno del gruppo Msc, e da Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo della Msc Crociere. Con loro anche l’amministratore delegato della Fincantieri, Pierroberto Folgiero.

La cerimonia è iniziata con un ricordo di Giuseppe Bono, autore del rilancio della Fincantieri e per lungo tempo sua guida, scomparso la scorsa settimana.

“Una luce che non si spegne che brilla su tutti i mari: il nostro Giuseppe. E’ stato un vero privilegio, buon viaggio”.

Il messaggio in apertura della cerimonia per la consegna della di MSC Seascape, che ha richiesto un investimento di circa 1 miliardo di euro, gemella della MSC Seashore. Quello di oggi è il primo varo di una nave, infatti, da quando è scomparso il manager.

Alla cerimonia di Monfalcone sono intervenuti i vertici dei cantieri. “L’Italia e l’Europa hanno perso il gusto dell’industria pesante, di camminare dento a quello che facciamo. Qui tutto è fatto di acciaio, che è duro da trattare, che richiede investimenti per modernizzare i cantieri”, ha detto il ceo di Fincantieri, Pierroberto Folgiero. “Il Made in Italy non è solo moda e design o food – ha proseguito – penso che ci sia un Made in Italy dell’ingegno. Si dice che l’Italia è la seconda manifattura dell’Europa ma non si dice che il 90% è fatto di Pmi”. “La cantieristica italiana oggi è a rischio marginalizzazione – ha poi concluso – rifugiata in una nicchia di altissima complessità. L’Italia deve decidere se vuole essere industriale, se si vuole reindustrializzare”.

I numeri della nave: Lunga 339 metri, larga 41 e alta 76. Una stazza lorda di oltre 170mila tonnellate, più di 5.600 ospiti in 2.270 cabine. E 1.658 membri dell’equipaggio. La MSC Seascape è la seconda unità di classe Seaside EVO: diventerà l’ammiraglia della flotta MSC Crociere. Il miliardo di euro di investimento rientra in un pacchetto di sette miliardi complessivi, per la fornitura di 10 navi. Numerose le funzionalità a bordo: 13.000 metri quadri di spazi esterni, con lounge bar e ristoranti all’aperto, piscine e aree per rilassarsi e prendere il sole.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0