VANDALI ALLA MARINA

Una città in balìa dei vandali. Non è una novità che a Civitavecchia i soliti ignoti, nelle loro scorribande notturne, distruggano ogni cosa senza che si trovi il modo di fermarli.
L’ultima bravata in zona Marina, dove la furia bestiale dei vandali ha distrutto diverse panchine in marmo, ma senza lasciare immuni i cestini per la spazzatura che sono stati lanciati in mezzo al mare. Ma la situazione peggiore si è registrata nei pressi dei bagni pubblici, come noto chiusi da molto tempo.
Le fioriere situate sulla scalinata sono state lanciate nel vuoto e ovviamente distrutte, rendendo la zona ancor più spettrale.
Insomma un’emergenza che non sembra diminuire, con i fine settimana che diventano l’occasione per distruggere tutto e con il lunedì giorno diventato ormai appuntamento fisso per tirare le somme dei danni. Lo spettacolo, lunedì mattina, alla Marina era veramente aggacciante e di sicuro la panchine non erano state “rigirate” dal vento dei gironi scorsi. Ma i danni hanno riguardato anche le aiuole distrutte senza dimenticare la pavimentazione. Come se fosse passato un uragano. Una situazione non più tollerabile ma che lascia tante perplessità: come mai non si trova una soluzione per porre fine a questa vergognosa moda del fine settimana? Difficile chiede altri sacrifici alle forze dell’Ordine che devono fare i conti con organici ridotti e devono comunque coprire un territorio vasto.
Di sicuro la videosorveglianza che, contrariamente a quanto annunciato qualche anno fa, non produce effetti e resto il dubbio che non funzioni affatto.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com