il capogruppo FI della Regione Lazio, Antonello Aurigemma dichiara.

“Dopo aver paralizzato Roma, Marino paralizza anche la città metropolitana. A duecento giorni di distanza dalla sua istituzione, l’unico atto degno di menzione è l’assunzione come capo staff di uno dei soliti trombati della politica. Peraltro, in barba alle professionalità interne alle Provincia, surclassate da un esterno. Il resto, tutto il resto, è inesorabilmente fermo: strade, scuole, musei, interventi infrastrutturali. È il nulla assoluto. Forse Marino deve aver scambiato la Città metropolitana per un poltronificio. Non è così. Per questa ragione, e per puntualizzare che le istituzioni sono cose serie, proporrò l’introduzione, nel decreto che devolve poteri dalla Regione alla Città Metropolitana, del commissariamento dell’ente in caso di inattività. Sarà un dibattito importante, perché è impensabile che qualunque cosa Marino tocchi la paralizzi. Ci sono troppe necessità, da quelle dei territori a quelle dei cittadini, per lasciare ancora giocare Marino. Ora basta”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com