Burning Race 2014 tra le vie di Rieti

Ciclismo. Notturna di mountain bike tra le vie del centro di Rieti

16 Settembre 2014

Ottima partecipazione per la prima edizione della Burning Race, una delle tante iniziative sportive contenute all’interno di Rieti Cuore Piccante. Sono stati quasi un’ottantina coloro che si sono cimentati con il percorso cittadino di circa 3800 metritra scalette, archi ed illuminazioni artificiali.

Il comune di Rieti e l’assessorato allo sport sono stati al fianco degli organizzatori di Rieti Riding Sport Club, in sinergia con la Road Bike Cantalice, con il chiaro obiettivo di mettere in risalto il fascino del ciclismo in notturna da valorizzare e da sostenere non soltanto come sport ma anche da collettore turistico-ricettivo.

Nel contesto di Rieti Cuore Piccante, tutto il centro storico della città è stato coinvolto con oltre cento stands espositori provenienti da tutto il mondo. Quest’anno i visitatori hanno superato le 150.000 presenze nei quattro giorni di Fiera cittadina, dal 28 al 31 agosto. Ad intrattenere i visitatori c’erano anche le esibizioni del piccolo campione reatino di bike trial Diego Crescenzi che, in sella alla sua Monty M5, ha fatto divertire il pubblico e i bikers partecipanti, prima della partenza, con evoluzioni e passaggi molto spettacolari. Burning Race 2014 tra le vie di Rieti 2

Sul lato tecnico, molto combattuta la prima batteria per gli over 40, dove Dario Mostarda (Mtb Rieti, primo di fascia tra i senior) ha provato più volte l’affondo e al terzo tentativo è riuscito a non farsi più riprendere mettendosi alle proprie spalle gli inseguitori con Daniele Paolucci (Mtb Rieti, secondo tra i senior), Vincenzo Facchini (Cicli Montanini, primo tra i veteerani) mentre più defiliati si sono piazzati Umberto Greggi (Ciclotech Mtb Runners, primo tra i gentlemen) e Attilio Gili (Cicloclub Fiano, primo tra i supergentlemen).

Menzione speciale per le donne Tiziana Bertognini (Cicloclub Fiano Romano) e Roberta Cenciotti (Mtb Rieti) per nulla intimorite dal percorso tecnico ed abbastanza impegnativo, rivolgendo i complimenti in prima persona agli organizzatori di Rieti Riding Sport Club per essere riuscite a realizzare un evento di questo portata in città con un carico di emozioni che trapelavano dal tifo degli spettatori.

Nella seconda partenza riservata ai bikers dai 17 ai 39 anni, ha vinto Emiliano Dominici (Ciclotech-Mtb Runners, primo tra gli junior) che, assieme al compagno di fuga Angelo Martorelli (Team Pianeta Bici, primo dei cadetti), ha fin da subito messo le cose in chiaro imprimendo un ritmo troppo elevato per tutti gli altri. Poi l’esperienza ha premiato Dominici che ha confermato il suo ottimo stato di forma precedendo di poco il compagno di fuga Martorelli. Alle loro spalle, alla spicciolata, sono giunti gli inseguitori con Giovanni Mariantoni (Mtb Rieti) in terza posizioni ed anche Walter Provaroni (Road Bike Cantalice), settimo assoluto e primo di fascia nella categoria  giovani.

 “ La Burning Race è stata una grande novità per il centro storico – ha dichiarato il sindaco di Rieti Simone Petrangeli -. Per questo siamo convinti che si possa lavorare molto bene nelle vie e nelle piazze del centro cittadino non solo nel contesto di Rieti Cuore Piccante. Rieti è la città dello sport sotto tanti punti di vista a riprova che il ciclismo è una delle passioni del nostro territorio. Lo sport passa anche dalla scoperta e riscoperta delle bellezze della nostra città e come amministrazione comunale, grazie all’idea di Paolo Ferri e di Rieti Riding Sport Club non potevamo farci sfuggire un’occasione del genere ”.  

Gli ha fatto eco l’assessore allo sport Alessandro Mezzetti: “ E’ stata davvero una bella iniziativa, unica nel suo genere per la priva volta a Rieti città. Molti gli appassionati e curiosi sul tracciato e per l’organizzazione una prova generale per poter ripetere il prossimo anno la stessa facendola diventare un appuntamento fisso per turisti, sportivi e curiosi. Credo si sia trattato di una manifestazione da ripetere. Appena Paolo Ferri ci ha spiegato il progetto ci siamo subito dichiarati disponibili, prima di tutto per la novità, ma anche e soprattutto perché crediamo che il ciclismo sia uno sport molto legato a questa città e elemento che sprona il turismo. Vi aspettiamo per la prossima edizione 2015 ”.

La Rieti Riding Sport Club intende ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita della manifestazione ed in particolare i tanti volontari e personale addetto alla sicurezza (su tutti Protezione Civile, Vigili Urbani, i soci di Rieti Riding) che si sono adoperati con grande impegno nei giorni precedenti la gara, oltre a tutte le società e gli atleti che hanno preso parte all’evento con straordinario entusiasmo.  

Un sentito ringraziamento va all’ente patrocinatore della città di Rieti (assessorato allo sport) e allo staff organizzativo di Rieti Cuore Piccante con in testa Stefano Colantoni e Nando Tosti. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com