Cgil Caiazza: “I dati del voto devono far riflettere la sinistra sociale e la politica locale”

27 Febbraio 2013

L’intervento del segretario generale della Cgil locale Cesare Caiazza.

“Mi aspettavo, a livello nazionale, un risultato importante del Movimento 5 Stelle che è riuscito, anche grazie alle capacità di un “uomo di spettacolo” come Grillo, a catalizzare una legittima rabbia e protesta contro un sistema “politico e sociale” ritenuto – complessivamente – responsabile della drammatica condizione nella quale versa il Paese. Una critica radicale e profonda tesa, esplicitamente, a scardinare il Sistema, chiamando sul banco degli imputati tutto e tutti. Non solo i partiti, ma anche i corpi intermedi ad iniziare dai Sindacati. Una critica generica e indistinta quanto si vuole (ingenerosa nei confronti di un’organizzazione come la CGIL che quasi da sola si è opposta tenacemente alle politiche sbagliate e impopolari tanto del Governo Berlusconi che del Governo Monti) ma che – in ragione dell’ampio consenso ricevuto –  deve essere tenuta in debita considerazione. Questo ragionamento – a mio modo di vedere – assume maggiore urgenza in un contesto, come quello della città di Civitavecchia, dove il voto ha espresso connotati ancora più marcati di “protesta” nei confronti della politica e del sistema. Il M5S, infatti, si attesta – nelle elezioni per la Camera dei Deputati – al 34,66% battendo non solo tutti gli altri partiti ma anche le altre coalizioni (staccando la 2^ di centro sinistra di quasi 10 punti), con una percentuale abbondantemente superiore rispetto a quella ottenuta a livello regionale e nazionale. E’ un dato che deve interrogare tutti, a partire dall’amministrazione comunale, le forze politiche di centro sinistra, le forze sociali. Siamo di fronte ad una critica dalle dimensioni enormi che – per l’ampia forbice rispetto al dato della regione e della nazione – è rivolta pure nei confronti di tutti i soggetti che animano il funzionamento del sistema “politico e sociale” cittadino. Influiscono certamente gli effetti di una crisi che, nel nostro territorio, risultano particolarmente pesanti in termini di perdita e riduzione di posti di lavoro e peggioramento delle condizioni economiche delle persone e delle famiglie. Vi è però, anche, nel voto, una critica generale e complessiva riferita all’incapacità del sistema di affrontare e risolvere i problemi. Penso che anche per il centro sinistra politico locale, che attualmente amministra la città, si imponga una seria riflessione”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com