Cerveteri, TARI 2020: prima scadenza posticipata al 30 novembre

30 Luglio 2020

Tempo di lettura: < 1 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

Approvata in Giunta la Delibera che sposta le scadenze dei pagamenti dell’imposta per l’anno 2020.

 

Importanti aggiornamenti per i Cittadini di Cerveteri in tema di pagamenti. L’Amministrazione comunale del Sindaco Alessio Pascucci con Delibera di Giunta Comunale n.58 del 22 luglio 2020 ha infatti approvato il posticipo della scadenza degli avvisi di pagamento relativi alla TARI per l’anno 2020.

La delibera approvata stabilisce le seguenti scadenze: prima rata 30 novembre 2020, in questa data è possibile pagare anche in un’unica soluzione, seconda rata 31 gennaio 2021, terza rata 31 marzo 2021.

“In queste settimane molti cittadini hanno chiesto informazioni inerenti i bollettini TARI per l’annualità in corso. Le cartelle di pagamento per l’anno 2020, non sono state ancora spedite, il momento difficile che tanti cittadini stanno vivendo nella fase post-covid e che le famiglie hanno vissuto nei mesi di lockdown ci hanno portato ad approvare una ulteriore proroga delle scadenze – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – grazie al lavoro del nostro ViceSegretario e Dirigente Antonio Lavorato e a tutto il personale dell’Ufficio Tributi, sempre disponibile e pronto anche in questa occasione, è stata approvata questa nuova importante modifica alle scadenze dell’imposta. Per tutte le informazioni del caso, è possibile contattare il nostro Ufficio Tributi inviando una e-mail a tributi@comune.cerveteri.rm.it oppure chiamare i numeri fissi 0699551019  e 0699552722 oppure il telefono cellulare 3386234145”.

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa







Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo