PALOMBO - SAQUELLA

 
 “Il mare è la prima risorsa di Cerveteri. Per questo l’attenzione della nostra Amministrazione comunale è sin dal primo giorno massima su questo tema – lo ha dichiarato il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, che ha proseguito: “sono molteplici le iniziative che abbiamo avviato per la tutela e per la valorizzazione della nostra costa e delle nostre spiagge. È chiaro che per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, il nostro Comune necessita dell’attenzione di tutte le altre Istituzioni locali e di interventi concertati per la salvaguardia del litorale e dei suoi habitat naturali”.
La scorsa settimana il Vicesindaco di Cerveteri, Giuseppe Zito, ha preso parte ad una tavola rotonda convocata dall’Assessore Regionale all’Ambiente Refrigeri a cui hanno partecipato il Comune di Cerveteri, il Comune di Ladispoli e il Comune di Roma. “Un incontro estremamente positivo – ha commentato il Vicesindaco Zito – in cui abbiamo affrontato in primo luogo la problematica già sollevata dal Sindaco di Ladispoli Enzo Paliotta sull’impatto ambientale del Fiume Tevere su tutto l’ecosistema del nostro litorale. Ci è sembrato però indispensabile allargare la discussione anche all’intero sistema fluviale e dei fossi che attraversano il nostro territorio. Personalmente ho lanciato la proposta, accolta in maniera unanime, di convocare un altro incontro tecnico per trattare approfonditamente il tema dei fiumi e dei fossi che arrivano al mare attraversando il nostro comprensorio, e di coinvolgere anche la Provincia di Roma, nonché la Polizia Provinciale, per avviare controlli capillari sugli alvei e verificare la presenza di eventuali scarichi irregolari o altre fonti di inquinamento. È chiaro che un controllo a tappeto del territorio in grado di identificare comportamenti irresponsabili e fuori legge è indispensabile al raggiungimento dell’obiettivo di un mare più limpido e attraente per i flussi turistici. Oltre a questo, ho richiesto anche un impegno da parte della Regione Lazio, affinché liberi risorse specifiche, e del Comune di Roma, affinché faccia pressioni su Acea Ato2, per avviare nuovi investimenti sui depuratori delle acque dislocati nel territorio. Esprimo soddisfazione per la sensibilità dimostrata dai nostri interlocutori, e per l’avvio di questo percorso che vuole mettere a sistema gli interventi necessari a tutelare il nostro mare”.
Sul tema del controllo dei fossi nel Comune di Cerveteri è intervenuto anche l’Assessore alla Tutela del Territorio Andrea Mundula. “Già la scorsa settimana abbiamo avuto dei contatti con l’Associazione Legambiente, e in particolar modo con il Presidente Regionale Lorenzo Parlati che ha confermato la disponibilità a condurre con noi controlli per verificare l’eventuale presenza di scarichi abusivi nei nostri fossi. Inoltre, già questo inverno, con una task-force di tecnici comunali e del Consorzio di Bonifica Agro Romano abbiamo condotto dei sopralluoghi lungo i fossi che attraversano il nostro territorio, concordando interventi di ripulitura degli alvei. Un altro aspetto fondamentale, che la nostra Amministrazione ha affrontato non appena insediata, è quello della depurazione delle acque. Abbiamo infatti programmato quale intervento prioritario il completamento e la messa in esercizio del depuratore del Sasso, opera indispensabile che inspiegabilmente giaceva praticamente finita ma mai messa in funzione. Stiamo inoltre lavorando per realizzare il depuratore di Ceri, altra opera ferma da anni. Dopo i nostri solleciti, infatti, è arrivato il nulla osta della Soprintendenza in Conferenza di Servizi. Ora stiamo facendo pressini su Acea perché realizzi quanto prima questo indispensabile depuratore”.
Ulteriori iniziative prese dall’Amministrazione comunale del Sindaco Pascucci per la valorizzazione del mare sono stati l’affidamento alla Multiservizi del servizio di pulizia balneare, e la proficua collaborazione avviata con l’Assobalneari.
 
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com