Cerveteri, Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini: il Granarone si illumina di blu

20 Novembre 2020
Condividi
  • 2
    Shares

L’Amministrazione comunale di Cerveteri sostiene l’iniziativa promossa da UNICEF.

 

Il Palazzo del Granarone di Cerveteri, luogo simbolo dell’Istituzione e della cultura cittadina, dove hanno sede l’Aula Consiliare e la Biblioteca comunale si illumina di blu.

Questa sera, venerdì 20 novembre, le mura del palazzo si accenderanno del colore scelto da UNICEF, Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini e Adolescenti.

Ad annunciare l’adesione all’iniziativa #GoBlue, è Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri.

“La pandemia di quest’anno ha colpito in maniera dura tutti quanti. A risentirne, le fasce di popolazione più deboli, tra cui ovviamente i bambini, quelli che sono il nostro futuro, la società di domani. In alcune zone del mondo, i diritti dei più piccoli, dei ragazzi, vengono violati ogni giorno. Aderendo a questa iniziativa – ha detto il Sindaco Alessio Pascucci – vogliamo lanciare come Città un segnale di vicinanza, di affetto, un monito per sensibilizzare e per ricordare come ancora oggi, all’interno di una società moderna come quella che viviamo oggi, ci sono angoli del mondo in cui anche i diritti più elementari non vengono garantiti. Come consuetudine di queste giornate, illumineremo di blu il luogo simbolo della nostra città, visibile da tutto il territorio. Un piccolo gesto di vicinanza e sostegno ad UNICEF e a tutte le iniziative che da sempre porta avanti in difesa dei bambini e dei più piccoli”.

L’iniziativa sposata dall’Amministrazione comunale di Cerveteri, è realizzabile grazie alla Multiservizi Caerite, che ha curato la realizzazione dell’illuminazione del Granarone.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo






Condividi
  • 2
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo