Il Consiglio comunale di Cerveteri ha votato all’unanimità il nuovo Regolamento Comunale del Servizio di Trasporto Scolastico e un Atto di indirizzo per l’affidamento del Servizio, che demanda ai tecnici del Comune di predisporre le procedure di gara pubblica del servizio. I due atti, predisposti e presentati dall’Amministrazione comunale nella seduta di Consiglio di lunedì 19 gennaio, hanno anche recepito alcune osservazioni scaturite durante il dibattito in Aula.
“Abbiamo raggiunto un risultato storico per la città e per il servizio di trasporto scolastico – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – segno che il lavoro fatto in questi due anni andava nella giusta direzione. Gli atti che abbiamo approvato si fondano su tre principi: la tutela dei bambini che usufruiscono del servizio scuolabus, la salvaguardia dei lavoratori impiegati nel servizio e la nostra convinzione che il rinnovo dei servizi pubblici in appalto debba sempre scaturire da un’opportuna procedura di gara”.
“Nella nostra città – ha detto il Sindaco Pascucci – non veniva svolta da molti anni una gara per l’affidamento del servizio di scuolabus. L’esito del lodo arbitrale ha confermato quella che era già da tempo una nostra convinzione, e cioè che il servizio non potesse più essere prorogato automaticamente, ma che si dovesse procedere allo scadere del contratto ad un nuova gara pubblica. Personalmente, come è scritto anche a chiare lettere nel Programma elettorale, sono da sempre un nemico delle proroghe automatiche. Mettere a gara i servizi significa migliorarli e renderli più efficienti. La competizione fra aziende porta a nuove soluzioni e nuovi servizi, oltre che prezzi migliori, sempre nella tutela degli utenti e delle famiglie, tanto quelle degli alunni che quelle dei lavoratori”.
“Con l’approvazione del nuovo regolamento – ha dichiarato Francesca Cennerilli, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Cerveteri – abbiamo raggiunto un altro importante obiettivo in materia di politiche scolastiche. Il nuovo regolamento offrirà una concreta risposta alla collettività sia da un punto di vista qualitativo, garantendo maggiori servizi, che economico. I costi del nuovo contratto del trasporto scolastico infatti non potranno superare quelli storicamente già sostenuti dal nostro Comune per questo servizio. Tra le novità maggiori del regolamento,  che garantirà il servizio di trasporto dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola secondaria, l’istituzione del ‘Pedibus’, un nuovo servizio dedicato ai bambini residenti vicino le scuole, che verranno accompagnati dalle assistenti degli scuolabus a piedi dalla propria abitazione fino a scuola”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0