Cerveteri, 25 Aprile: ora e sempre, resistenza!

21 Aprile 2022

Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci: “Italia paese antifascista. Cittadinanza invitata alla Cerimonia Istituzionale per riaffermare i valori della resistenza al regime nazi-fascista”.

“La nostra Costituzione è antifascista. L’Italia è antifascista. E viviamo in una società antifascista. Anche quest’anno, come ogni 25 Aprile, Cerveteri ricorda l’Anniversario della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista e dal regime fascista. Lo faremo rendendo omaggio ai Caduti della nostra città, con una cerimonia istituzionale alla quale parteciperà anche il Gruppo Bandistico Caerite e con delle iniziative strettamente collegate ai valori della Resistenza e della Libertà”.

A dichiararlo è Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, nel presentare il Cerimoniale Istituzionale organizzato dall’Amministrazione comunale in occasione della Festa del 25 Aprile, Anniversario della Liberazione dell’Italia dal regime nazi-fascista.

Il ritrovo iniziale della Cerimonia del 25 Aprile, come di consueto, è alle ore 09:15 in Piazza Risorgimento, davanti il Palazzo del Municipio, dove si formerà il Corteo Istituzionale. Da lì, alle ore 09:30, ci si sposterà presso la Chiesa Santa Maria Maggiore in Piazza Santa Maria, dove sarà celebrata la Santa Messa.

A seguire, guidato dalla musica del Gruppo Bandistico Caerite diretto dal M° Augusto Travagliati, che si esibirà in brani tipici della Resistenza, come “Brigata Garibaldi” e “Bella Ciao” il Corteo omaggerà i caduti sfilando nel Centro Storico. La Cerimonia proseguirà al Monumento dei Caduti, con la deposizione della Corona di Fiori, l’alzabandiera, l’esecuzione dell’Inno Nazionale da parte del Gruppo Bandistico Caerite e con gli interventi delle Istituzioni e di tutti coloro che vorranno dare il proprio contributo a questa giornata così densa di significato per la storia del Paese.

“Il 25 Aprile è Festa di Liberazione, di Pace, di Diritti, di amore e rispetto per i valori della Costituzione Italiana, quel meraviglioso testo che regolamenta la nostra Democrazia, di uguaglianza, una festa della città, di tutti i cittadini liberi e anti-fascisti – ha dichiarato il Sindaco – abbiamo invitato ufficialmente alla Cerimonia tantissime realtà del territorio: le Forze dell’Ordine, preziose nel nostro territorio con il loro lavoro e costante presenza, le Associazioni d’Arma, le realtà di Volontariato, figura fondamentale all’interno della nostra città, fino ad arrivare ai Rioni e a tante altre realtà”.

“In questa occasione – prosegue il Sindaco – ci piacerebbe vedere un corteo di bandiere e colori. Colori di libertà e di pace. Per questo, invito tutti coloro che vorranno unirsi al corteo a portare con se una Bandiera della Pace oppure il meraviglioso tricolore italiano, per riempire il nostro Centro Storico di quei valori che forse, nella società di oggi, purtroppo si stanno affievolendo come quelli della Pace, della Libertà e dell’amore per la nostra Italia”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com