Capri lotta ma non basta, passa La Spezia al PalaBarbuto

27 Febbraio 2022

Una buonissima Capri è costretta a cedere a La Spezia. Ancora una volta le capresi non riescono a uscire vincenti dal PalaBarbuto, complice una formazione avversaria che dimostra di meritare il secondo posto in classifica. Gara che si decide nel secondo quarto, con La Spezia che prende il largo. Nella ripresa Capri mette tantissimo cuore ma non basta per strappare la vittoria.

CAPRI: Bovenzi, Rios, Gallo, Manfrè, Dacic
LA SPEZIA: Zolfanelli, Templari, Guzzoni, N’Guessan, Colognesi

Cronaca – Parte forte Capri, con Dacic che piazza i primi sei punti per il 6-3 iniziale. N’Guessan e Guzzoni impattano a quota 10, ma le capresi ritrovano il comando del gioco grazie a cinque punti in fila di Gallo. Continua però a regnare l’equilibrio: N’Guessan e Templari firmano il meno uno ospite, con la numero ventuno in maglia bianconera a replicare poco dopo con i punti del 16-18 che portano Falbo al timeout. Al rientro son ancora le liguri a dettare i ritmi e spinte dal duo Castellani-Templari allungano fino al 18-26 del primo periodo. Il botta e risposta tra Pini e Bovenzi riapre la contesa, ma è ancora una volta la formazione ospite spinta dal duo Templari Castellani ad allungare, sul 21-34. Dacic ferma il parziale a sfavore, ma Templari dall’arco fa più quattordici. Rios e Manfrè provano a ricucire il margine (31-40), ma la trama non cambia e con i canestri di Guzzoni e N’Guessan La Spezia vola via andando al riposo avanti 31-51.Panteva e Bovenzi aprono la terza frazione di gioco, con Capri che torna a meno tredici, con un break di 7-0. Colognesi sblocca le ospiti, ma Dacic insacca nuovamente per il 40-53. Dacic si ripete poco dopo e con il contropiede vincente di Bovenzi, è 44-53 con La Spezia obbligata al timeout. Bovenzi riduce ulteriormente il passivo dalla lunetta (46-53), con le ospiti che continuano a schiantarsi sull’ottima difesa locale. Zolfanelli rimette punti sul tabellino ospite, ma sono N’Guessan e Templari a ridare la doppia cifra di margine sul 48-60. Nell’ultimo periodo La Spezia allunga ulteriormente, con Zolfanelli e Serpellini a scrivere il 50-66. Rios prova a lanciare nuovamente il rientro (57-68), ma Pini dalla lunetta rimette dodici punti di vantaggio. Castellani manda i titoli di coda, col finale che serve solo a sancire il punteggio: La Spezia s’impone 64-76.

Le parole di coach Falbo: “Niente da fare al PalaBarbuto proprio non riusciamo a vincere, eppure questa volta avevamo cominciato bene giocando di squadra e girando bene la palla per servire Dacic sotto canestro. Poi si spegne l’interruttore e torniamo indietro giocando contratte e subendo la precisione di Là Spezia. Note negative in difesa. Terzo quarto c’è stata la reazione fimo al – 7, ma le ospiti non hanno mollato e purtroppo finita ancora col referto giallo ”.

BLUE LIZARD BASKET CAPRI – CESTISTICA SPEZZINA 64 76

Capri: Rios 13, Bovenzi 10, Gallo 10, Manfrè 5, Dacic 22, Porcu, Panteva 2, Gesuele ne, Prete ne, Martines 2, Giuseppone. All.Falbo

La Spezia: Colognesi 6, Templari 18, Zolfanelli 7, N’Guessan 18, Guzzoni 6, Serpellini 2, Castellani 14, Pini 5, Meriggi ne, Amadei. All.Corsolini

Uff.Stampa Blue Lizard Basket Capri

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com