Dopo il ripescaggio il Tolfa è pronto a ripartire per l’ennesimo anno di Promozione. “Il Tolfa è pronto più vivo che mai. Dopo un lungo periodo di attesa finalmente ce l’abbiamo fatta, il Tolfa parteciperà di nuovo al campionato di Promozione Regionale. E’ un torneo importante, e per noi del Consiglio Direttivo, ma crediamo per tutti i tifosi e simpatizzanti, è altrettanto fondamentale competere in un contesto agonistico di rilievo. Alcuni ritenevano che con la crisi attuale, per una realtà come la nostra, sarebbe stato meglio iscriversi direttamente al campionato di 1^ categoria, ma noi abbiamo puntato dritto sin da subito sul progetto che avevamo intrapreso l’anno scorso, pur con i problemi che ci si erano presentati all’inizio e nel corso della stagione. Un progetto che ripropone quale asse centrale l’utilizzo delle risorse interne, giocatori, tecnici e dirigenti, arricchito con una serie di giovani calciatori del comprensorio, che possano integrarsi, far proprio il senso di appartenenza, l’attaccamento alla maglia, e crescere insieme. Il ripescaggio, che consentirà alla nostra squadra di giocare per il 14’ anno consecutivo in Promozione, è da considerare pure il successo di chi ha profuso impegno e passione affinché l’obiettivo fosse raggiunto. Ci addolora vedere tante realtà sportive scomparse o in grande difficoltà, soprattutto nell’area viterbese, squadre con le quali abbiamo avuto una sana competizione per tante stagioni calcistiche. Una situazione che noi avevamo purtroppo preventivato da anni, e che la crisi, ma anche la corsa per star dietro a società facoltose, ha accentuato in forma pesante. Anche un grande poeta dell’800 come Goethe lo scriveva; “la povertà stessa, quando è immeritata, rende orgogliosi”. Noi, da sempre, abbiamo cercato di gestire con oculatezza, senza particolari eccessi, ed oggi siamo ancora qui, poveri ma orgogliosi di esserci ancora. Nella formazione della rosa che andremo a presentare venerdì 9 agosto in sede, hanno inciso decisioni tecniche, con l’acquisto di un paio di giocatori di categoria ed esperienza (Izzi e Cascianelli dalla Castrense), e obblighi da regolamento, con l’inserimento di 5-6 ragazzi “under” (Carlini dal Civitavecchia, Marcoaldi e Brunori dalla Caninese, Montironi dal Bracciano, Tasselli dal Canale Monterano), che gli addetti ai lavori considerano fra i migliori in circolazione nel nostro comprensorio calcistico. La linea d’attacco è stata integrata e rafforzata con due elementi del 92’ (Marani dal Canale Monterano e Pastorelli dal Riccione), anch’essi dotati di capacità tecniche elevate. Riconfermati diversi elementi, alcuni dei quali, seppur giovanissimi, facenti parte del gruppo storico (Baldini, Fronti, Sgamma, Mecucci, Santecchi, Compagnucci, Martorelli), ed altri ragazzi, che dopo la prima esperienza nel campionato regionale dovrebbero garantire qualità e continuità (Varchetta, Marconi, Paolini, Ricci, Fracassa, Pacchiarotti). Dispiace per taluni, che sia per limiti di età, che per problemi lavorativi, non potranno proseguire la propria avventura nel Tolfa Calcio. Ci sentiamo di ringraziarli comunque. Una rosa, quindi, costruita con buon metodo, che appare rafforzata in tutti i reparti, e nonostante sia addirittura più giovane di quella della scorsa stagione, sta raccogliendo unanimi consensi fra tifosi e addetti ai lavori. Sarà poi il campo, come sempre, a dare il verdetto finale. Ma ciò che conta, è che il Tolfa è vivo, e nel ricordo del suo Vice Presidente e medico sociale scomparso prematuramente Dott. Vittorio Mesolella (al quale è dedicata la squadra), vuol tornare a dire la sua”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com