Calcio: Pareggio in Coppa per la Vecchia, il commento di Tabarini

12 Settembre 2019
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

The day after. Il giorno dopo Polisportiva Monti Cimini e Civitavecchia calcio, gara valida per il primo turno di Coppa Italia di Eccellenza che ha visto i nerazzurri di Paolo Caputo dividere la posta (2-2) con la formazione viterbese. Per il Civitavecchia l’ennesima esibizione lontana dalle mura amiche così come è stata quella di domenica scorsa, all’esordio in campionato, disputata sul rettangolo verde del Corneto Tarquinia e chiusa sempre in parità (1-1).

Contro la Polisportiva Monti Cimini, il Civitavecchia esce a testa alta in virtù delle due marcature firmate Tiozzo e Ruggiero.

AI nostri microfoni arriva Beppe Tabarini. “È stata una partita molto combattuta – attacca il numero sette nerazzurro – credo che il pubblico si sia divertito, viste le numerose occasioni che ci sono state da una parte e dall’altra. Per quanto riguarda la nostra squadra sicuramente potevamo fare meglio nel periodo in cui ci siamo trovati sotto. Analizzando a mente fredda quel gol subito, credo ci sia stata una grossa disattenzione da parte nostra loro, naturalmente, ne hanno approfittato. Il risultato di parità – conclude Tabarini – credo ci possa stare”.

Va ricordato, infine, che la gara valida per la seconda giornata del campionato di Eccellenza fra Civitavecchia e Sporting Genzano, si disputerà al Tamagnini alle ore 11,00 e non alle 15,30 come era stata fissata in un primo momento.

di Carlo Gattavilla 

Foto: Alessio De Luca


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo