cpc

Guardare avanti. Questo l’imperativo in casa Cpc dopo la pesante sconfitta di ieri al Fattori contro la Sorianese. Un risultato finale pesante, un 5 a 1 che ha lasciato tanta amarezza tra le fila civitavecchiesi anche alla luce della prestazione offerta sul campo, contro una squadra, quella viterbese che ha ampiamente meritato il passaggio del turno. L’amarezza rimane, anche perché l’occasione di arrivare fino in fondo nei playoff e la possibilità di centrare la storica promozione in Eccellenza sarebbe stata una grandissima soddisfazione per tutto l’entourage della Compagnia Portuale: ma questa battuta d’arresto, pesante che sia, non può di certo inficiare lo straordinario campionato della truppa allenata da Dario Rasi prima e Marco Galli poi. Un secondo posto frutto di un cammino eccezionale, dove con un pizzico di esperienza nei momenti topici del torneo avrebbe potuto spingere l’undici portuale al primo posto. Ma alla fine, per una neopromossa il bilancio è ovviamente positivo e la sconfitta con la Sorianese può rappresentare uno stimolo per fare ancora meglio. D’altronde lo spirito “portuale”, quello di mille battaglie sociali è sinonimo di garanzia. La dirigenza, chiusa nel cassetto questa battuta d’arresto, si è già messa al lavoro per programmare la prossima stagione, partendo ad esempio dall’importante accordo con il Dopolavoro Ferroviario che diventerà la nuova casa della Cpc, con tante belle prospettive per il futuro.      

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com