1

Calcio Eccellenza, poker della PFC ai danni della Vecchia

Poker al comunale di Vignanello della PFC sulla Vecchia. Vittorini, doppietta per lui, Conteh e Pagliarini regolano la gara a proprio favore. Sicuramente più sul pezzo i locali anche se l’incipit per la vittoria parte da un rigore discutibile, dato da Bellucci dopo neanche trenta secondi. Sul piatto vanno anche messi i due rigori invece falliti dai neroazzurri in corso d’opera, che pesano e non poco. Prima La Rosa sull’uno a zero e poi Bucri sul tre a zero, frenano l’idea di una possibile rimonta e spianano, praticamente, la strada verso il traguardo alla PFC. È sembrata comunque più “libera” fisicamente e mentalmente la compagine viterbese, che ha meritato i tre punti in palio.

FORMAZIONE La Vecchia si presenta con Pancotto tra i pali, in difesa c’è il duo centrale Serpieri e Fatarella supportati sulle fasce da Funari e Converso. Sul centrocampo il duo Tollardo-La Rosa a supportare Gravina e Mancini ad gire sulle fasce, Ruggiero tra le righe d’attacco a innescare Bucri. Dall’altra parte risponde la PFC con Bertollini tra i pali, poi in ordine di maglia Paletta, Grizzi, Guazzaroni, Giustini, Scipioni, Conteh, Marinaro, Vittorini Manuel, Pagliarini e Braccio.

GARA Tante le novità strutturali all’impianto, a partire dalla nuova sede della segreteria, così come nell’undici che mister Caputo presenta in campo. Fuori capitan Bevilacqua e Liberati, il primo non al meglio mentre il secondo è infortunato,   dentro Bucri che prende possesso dell’avanguardia civitavecchiese, dopo il falso nueve proposto all’esordio dai neroazzurri, e Mancini che si colloca sull’esterno alto. Terreno che sembra in perfette condizioni, l’ideale per giocare al calcio. Pronti e via alle ore 11, è un match importantissimo per le due compagini. Neanche trenta secondi che Pagliarini, appena toccato sulle spalle da Serpieri, vola in terra e per Bellucci è rigore. Inutili le proteste dei neroazzurri, è sembrato eccessivo, con Vittorini che non perdona dal dischetto portando i suoi in vantaggio. È passato solo un minuto, c’è una montagna da scalare. È una gara statica per larghi tratti da lì in avanti, col solo Bucri che scuote un po’ gli animi quando al nono impegna debolmente Bertollini. Sull’altro fronte bisognerà aspettare invece il diciottesimo, quando sui piedi di Vittorini la PFC ha la possibilità di segnare ancora. Funari appoggia maldestramente dietro con il giocatore locale che arpiona la sfera e si presenta davanti a Pancotto, ma ci pensa Serpieri a strappargli la sfera dai piedi e a far ripartire la Vecchia. Poche le occasioni da entrambe le parti, le squadre sembrano più studiarsi. Almeno fino al ventitreesimo quando la Vecchia ha la palla del pari, fallo di mano in area di Guazzaroni e rigore decretato da Bellucci: sul dischetto però La Rosa si fa intuire il tiro da Bertollini che, abilmente, respinge in corner. Dal possibile pari al secondo gol subito.  Al trentaseiesimo la PFC raddoppia, tutto parte da un corner per la Vecchia con la sfera che è respinta fuori dalla retroguardia viterbese, ripartenza letale con Conteh che poi solo davanti a Pancotto, pallonetto perfetto, non sbaglia. Due a zero. Succede poco e niente fino alla fine del primo tempo, con le due squadre che vanno negli spogliatoi col doppio vantaggio della PFC. Secondo tempo sulla falsa riga della prima frazione, possesso civitavecchiese con ripartenze mirate della PFC. Vittorini, fino a quel momento si era limitato ad aprire i varchi agendo da boa, trova delle praterie da percorrere e già al nono con successo si esibisce nel suo piatto forte. Contropiede in velocità andando via sulla sinistra e poi il tiro, la sfera arriva a Pagliarini che solo davanti alla porta sguarnita non sbaglia. Tre a zero. Saltano schemi e tattiche da lì in avanti, il primo ad approfittarne è Ruggiero che dopo una pregevole serpentina, tira però alto da buona posizione. Primi cambi al quindicesimo, Bevilacqua per Fatarella e Loi per Converso, dall’altra parte Mamarang al posto di Guazzaroni. Al ventiduesimo Bucri su punizione dal limite scalda le mani a Bertollini. Tutto fa supporre siano finite le emozioni quando, tra il venticinquesimo e ventiseiesimo, la gara decolla e in pratica si chiude. Bucri, dopo il fallo subito in area  da Gravina, si fa parare il rigore, Vittorini invece sulla ripartenza successiva non sbaglia. Quattro a zero. Altri cambi ma il canovaccio della gara non cambia più, tre punti senza appello per la PFC.

2a Eccellenza girone A

Pol. Favl Cimini 4 vs Civitavecchia Calcio 1920 0

Marcatori 1′ pt Vittorini rig. 36′ pt Conteh, 8′ st Pagliarini, 26′ St Vittorini,

Ammonizioni Guazzaroni, Giustini, Gravina,

Espulso

Arbitro Bellucci di Roma1

Note: rigore sbagliato da La Rosa al 23′ pt e da Bucri al 25′ st

POL. FAVL CIMINI BERTOLLINI PALETTA GRIZZI GUAZZARONI (15′ st Mamarang) GIUSTINI (24′ St Pokitano) SCIPIONI CONTEH MARINARO VITTORINI M. (36′ St KEITA) PAGLIARINI BRACCIO Panchina DE VELLIS POLITANO TRASTULLI ONOFRI RUGGIERO MAMARANG BERTINO MASSAINI KEITA Allenatore Scaricamazza

CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 PANCOTTO CONVERSO (15′ st Loi) FUNARI TOLLARDO (32′ St Franceschi) SERPIERI FATARELLA (15′ st Bevilacqua) GRAVINA LA ROSA BUCRI (30′ St GRETARSSON) RUGGIERO MANCINI Panchina TRAVAGLINI BELLUMORI BEVILACQUA MASTROPIETRO ZAGAMI GROSSI GRETARSSON FRANCESCHI LOI Allenatore P. Caputo

Civitavecchia Calcio 1920