defazitrombetta

Calcio a 5. De Fazi premiato come migliore allenatore, Trombetta con la selezione di serie C1

22 Giugno 2013
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giovedì scorso al Pala Tarquini di Ciampino il sito specializzato Calcio a 5 Live ha chiuso la stagione del calcio a 5 regionale con una sfida tra le selezioni di C1 e C2 e le premiazioni dei protagonisti dell’annata. Convocato con la selezione della C1 anche Mattia Trombetta (classe 1991), giovane che si è distinto per tutta la stagione sia con la prima squadra che con i pari età dell’under 21, al quale abbiamo posto alcune domande:

Mattia che esperienza è stata quella di quest’anno con il Civitavecchia calcio a 5?

“In questa stagione con il Civitavecchia C5 sono stato molto bene. Questa non è una semplice squadra, ma un gruppo formato da amici, un gruppo unito che è stato in grado di raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio stagione, sia con la prima squadra che con l’under 21, attraverso i valori principali che determinano il raggiungimento di un traguardo, ovvero sacrificio, passione ed umiltà. Inoltre mi sono divertito e non bisogna dimenticare che lo sport è divertimento, fa parte di quello spicchio della giornata nel quale puoi permetterti di non pensare ai problemi veri e rilassarti. Ci tengo a ringraziare tutta la società e i mister De Fazi e Di Maio che sono sempre stati a nostra disposizione”.

Sei contento di questa convocazione finale nella selezione dei migliori della C1?

“Si certo. E’ una soddisfazione giocare questa partita con giocatori di alto livello. Questi sono eventi dai quali puoi solo prendere e migliorarti.”

Calcio o calcio a 5, questo è il dilemma. Cosa ti spinge a rimanere o ad andar via?

“Come ho già detto, questo è un gruppo fantastico. Durante la giornata non vedevo l’ora che arrivasse la sera per andare agli allenamenti e stare con la squadra e questa è una delle motivazioni che mi spinge a rimanere. Ciò che mi tenta verso il calcio è la passione che nutro per questa disciplina fin da piccolo”.

Come vedresti mister De Fazi nel calcio a 11?

“Anche se possono sembrare molto simili, calcio e calcio a 5 sono due discipline diverse, ma sono sicuro che mister De Fazi, se volesse, potrebbe allenare anche nel calcio a 11 raggiungendo buoni risultati perché è una persona che crede in quello che fa”.

Al termine della partita, che ha visto la selezione di C1 vincere nettamente con il risultato di 9 a 0, c’è stata la premiazione dei protagonisti dell’annata. Per il Civitavecchia C5 è stato premiato quale miglior allenatore della C1, insieme ad Armando Pozzi (Sporting Lodigiani) ed Ivano Checchi (Folgarella), mister Elso De Fazi al quale abbiamo chiesto:

Mister, la Lodigiani in serie B, la Folgarella fuori solo per la sfortunata lotteria dei calci di rigore, il Civitavecchia calcio a 5 salvo alla penultima giornata, però De Fazi giudicato al pari di allenatori di Pozzi e Checchi, che ne pensa?

“Quest’anno, dopo essere stato dodici anni lontano dal calcio a 5 che conta, ho accettato la sfida con me stesso e con coraggio mi sono messo alla guida di una squadra di giovani che, nella maggior parte, abbiamo cresciuto nel nostro settore giovanile. Ho costatato con piacere che gli allenatori sono tutti bravi e preparati e sicuramente meritevoli di poter ricevere il premio, ma con lo stesso piacere ho costatato che i responsabili di Calcio a 5 live più che premiare me hanno voluto premiare il gioco e la personalità che hanno espresso i miei ragazzi che, con quelli dell’Albano, hanno l’età media più bassa del campionato di C1”.

Ha dediche e ringraziamenti particolari da fare?

“Sicuramente la dedica per questo premio va a mia moglie Luciana ed ai miei figli ElsoMaria e Valentino che durante la stagione mi hanno supportato e soprattutto sopportato. I ringraziamenti vanno alla società che ha creduto nel mio lavoro ed ai ragazzi che lo hanno messo in atto con fiducia e dedizione. E’ doveroso però che lo condivida con il mio staff tecnico: Umberto Di Maio (mister Under 21), Gabriele Colonna (preparatore Atletico), Giovanni Gargiulli (preparatore dei portieri) e Primo Gargiulli (dirigente accompagnatore)”.


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo