Caiazza (Cgil): “Apprezzamento comunicazioni Sindaco. Ora impegno per mantenere governo pubblico SPL”.

22 Febbraio 2013

Lungo intervento del segretario della Cgil Roma Nord, Cesare Caiazza sulla situazione di Hcs.”Prendo atto con soddisfazione della comunicazione inviataci nel pomeriggio dal Sindaco di Civitavecchia, per quanto attiene al pagamento degli stipendi dei lavoratori delle municipalizzate, l’annullamento della prevista riunione di sabato con il personale, l’impegno – già a partire dai primi giornidella prossima settimana – ad aprire un confronto di merito con le OO.SS. sul futuro di HCS e delle società del gruppo. Come CGIL, certamente insieme a tutte le altre OO.SS., siamo pronti per confrontarci sulle soluzioni da adottare per salvaguardare l’occupazione, rilanciare la funzione e la qualità dei servizi pubblici locali al servizio dei cittadini, senza aumentare e semmai riducendo i costi a carico della collettività. Continuiamo come CGIL a ritenere che il pubblico, qualunque soluzione si trovi, debba mantenere la incedibile funzione di “programmazione, indirizzo e controllo”. Vendere, privatizzare, rinunciando perfino a tale prioritaria funzione, consentirebbe certamente di fare cassa e di rimediare rispetto ad una condizione economica drammatica. Ma, al di là delle immediate e preventivabili ricadute sociali date da “servizi universali” lasciati all’arbitrio del “libero mercato”, è evidente come l’amministrazione di Civitavecchia rinuncerebbe ad una sua prioritaria missione. Un Comune che non governa le politiche dei trasporti, il sistema idrico, l’igiene ambientale, tutti i “beni comuni” legati ai servizi locali, estremizzando, diviene una cosa inutile o almeno percepita come tale da cittadini ai quali sfuggirebbe il senso e la ragione di questa importante istituzione di maggiore prossimità. Anche per questo penso che tutte le forze progressiste, sociali e politiche, debbano impegnarsi fino in fondo (anche in presenza delle macerie e del dissesto economico lasciato in eredità dalla precedente amministrazione) per provare a mantenere il carattere pubblico dei servizi. Se non ci riuscisse rappresenterebbe – al di là delle colpe e delle responsabilità dell’amministrazione precedente – una nostra sconfitta, una sconfitta delle forze sociali e politiche progressiste. Per questo esorto il Sindaco e l’intera amministrazione comunale ad impegnarci insieme, come abbiamo condiviso nell’ambito di specifici e ripetuti accordi, fino all’ultimo istante, per mantenere il governo pubblico dei servizi locali.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com