Pubblicato ieri dal Comune di Bracciano il bando per l’assegnazione di 10 “posteggi” per il nuovo Mercato Contadino dei prodotti tipici locali che affiancherà, con la collocazione in piazza Don Cesolini, il tradizionale mercato settimanale del mercoledì. I 10 spazi sono riservati ai produttori agricoli/coltivatori diretti, agli artigiani e ai commercianti in possesso della licenza su aree pubbliche di tipo B (itinerante) limitatamente alla vendita dei prodotti indicati dall’articolo 10 del Regolamento comunale approvato all’unanimità dal Consiglio comunale il 25 giugno 2014. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 29 settembre 2014.

Le categorie merceologiche per le quali è consentita la vendita nel mercato sono: prodotti agricoli vegetali ed animali non trasformati (verdura fresca e secca, frutta fresca e secca, legumi, cereali, salumi, formaggi, sottolio e sottaceto; confetture e marmellate; miele, propoli, pappa reale, cera e derivati dell’apicoltura; olio e aceto, passate, pelate e concentrati di pomodoro, vini e liquori tradizionali, semi, piantine e piante per l’agricoltura, funghi, castagne e prodotti del sottobosco, piccoli animali da cortile macellati (conigli, polli e similari),  pesce di lago); prodotti agricoli vegetali ed animali trasformati; erbe officinali ed aromatiche;  prodotti di opere del proprio ingegno e artigianato connessi all’agricoltura e alla tradizione locale.

“E’ un passo concreto – spiega Rinaldo Borzetti, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Bracciano – per la valorizzazione dei prodotti tipici locali. E’ un mercato che si terrà in via sperimentale per un anno e che prosegue l’opera già avviata con successo con l’esperienza del Mercato Gusti Bracciano a km0, Laboratorio dei Sapori del Lago che costituisce una vetrina privilegiata per tante aziende agricole e di allevamento del territorio. Effettueremo – precisa l’assessore – dei riscontri puntuali sulle merce poste in vendita verificando la conformità con lo specifico Regolamento adottato sia per quando riguarda gli alimentari che i prodotti dell’ingegno. Pensiamo poi che – commenta ancora Borzetti – il nuovo Mercato Contadino possa divenire un modo diverso per vivere piazza Don Cesolini restituendola per una mattinata ai cittadini, con una operazione che non può che valorizzare anche gli esercizi commerciali esistenti”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com