assotir

Borgata Aurelia. I tir passano a tutta velocità

1 Marzo 2016

Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

I cittadini, sul piede di guerra, chiedono rapidi interventi contro lo sfrecciare degli autoarticolati soprattutto di sera.
Tir ad alta velocità ma nessun controllo con i residenti di Borgata Aurelia sul piede di guerra.
E’ emergenza tir nella zona a nord della città, dove soprattutto durante le ore serali i tir sfrecciano ad alta velocità mettendo in serio pericolo l’incolumità delle persone. Il grido d’allarme arriva proprio da chi, questo spettacolo, lo vede ogni giorno con gli autoarticolati che, in gran numero, non utilizzano la bretella porto-A12 ma preferiscono, per motivi di tempo ma anche di consumi di carburante, prendere la statale Aurelia per raggiungere il porto.
Con il risultato evidente di una lunga ila di mezzi pesanti che ad ogni ora passano, violando ripetutamente le
norme del Codice della Strada. “Abbiamo più volte denunciato questo grave stato di cose – ammette un residente
che ha contattato la nostra redazione – se durante il giorno il passaggiodei mezzi pesanti è più rado, la sera la musica cambia e sembra di stare in autostrada. Il problema, oltre l’inquinamento e il rumore è ovviamente il pericolo: la sera i tir sfrecciano ad alta velocità e considerando i tanti incroci e le intersezioni, il timore che accada qualcosa di  irreparabile c’è purtroppo sempre”. Maggiori controlli e magari varchi elettronici per controllare gli accessi nel territorio comunale. “C’è una bretella apposita per arrivare al porto – conclude il nostro lettore – basterebbe davvero poco per evitare questo passaggio e obbligare gli autotrasportatori ad utilizzarla, senza dover sfrecciare per Borgata Aurelia”.

 

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa







WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo