Nonostante la stagione estiva sia giunta al termine, quella appena trascorsa è stata una domenica di intensa attività per la Guardia Costiera di Civitavecchia, che nel pomeriggio ha ricevuto, al numero per le emergenze 1530, una richiesta di soccorso per avaria al motore da parte di un’unità da diporto di circa 12 metri con a bordo nove persone, di cui tre bambini, nelle acque antistanti il litorale di Santa Marinella. Sul posto è stata inviata la motovedetta S.A.R. CP 891, che, dapprima, ha operato il trasbordo di sei occupanti (i tre bambini e altrettante donne), mettendoli così in salvo e conducendoli presso il porto di Riva di Traiano, per poi tornare in zona operazioni, disincagliare l’ancora incattivita sul fondale e consentire quindi il rimorchio dell’unità fino all’ormeggio in sicurezza sempre nel porto di Riva di Traiano.  Il personale della Capitaneria di porto di Civitavecchia già nella mattinata si era prodigato a  favore di un altro utente del mare. Questa volta la segnalazione effettuata da un privato cittadino riferiva alla sala operativa la presenza di un sub apparentemente in difficoltà nelle acque antistanti il Porto turistico Odescalchi di Santa Marinella. E’ stata, dunque, disposta l’uscita della motovedetta SAR CP 891, che giunta sul punto indicato dal segnalante ha interrogato le persone a bordo dei natanti che transitavano o stazionavano in zona, non riscontrando  la presenza di alcun sub in effettivo pericolo. Interventi questi che si vanno a sommare a quelli posti in essere nei giorni scorsi, a tutela della salvaguardia della vita umana a mare dagli uomini del Corpo. In Particolare, analoghi episodi avvenuti a Procida e a Cagliari, hanno consentito di trarre in salvo sei persone.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0