loriano-macchiavelli-1

Banda della Polizia e Loriano Macchiavelli aprono Ombre Festival

19 Luglio 2016
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempo di lettura: 3 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

Il concerto e l’incontro con lo scrittore tra gli appuntamenti di rilievo del 20 luglio a Viterbo.

La Banda Musicale della Polizia di Stato e lo scrittore Loriano Macchiavelli sono gli ospiti di punta della prima serata di Ombre Festival, l’evento culturale organizzato a Viterbo dall’Associazione Mariano Romiti con un intenso programma di incontri con autori, concerti, spettacoli teatrali, presentazioni nel centro storico della città.

Macchiavelli, uno dei giallisti italiani più conosciuti e letti, incontrerà il pubblico mercoledì 20 luglio alle ore 21 in Piazza del Gesù (Arena Céline) per parlare del suo romanzo “Noi che gridammo al vento”, edito da Einaudi, in cui si rievoca una vicenda della storia contemporanea d’Italia che ancora continua a far discutere: il giallo di Portella della Ginestra, tra mafiosi, servizi segreti, intrighi politici e donne affascinanti. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il documentario “In viaggio con lo scrittore Loriano Macchiavelli a Portella della Ginestra” di Franco Insalaco. Presenta Manuela Claudiani, letture di Elisa Caminada. L’evento è a cura dell’Archivio di Stato di Viterbo.

Sempre il 20 luglio, alle ore 21.30 in Piazza del Plebiscito (Arena Borges), andrà in scena il concerto della Banda Musicale della Polizia di Stato, diretta dal maestro Maurizio Billi, con la partecipazione del soprano Federica Balucani. La serata sarà presentata da Antonio Bernardelli. La Banda Musicale della Polizia di Stato vanta oltre 80 anni di storia, caratterizzati da continui successi che hanno lasciato un segno importante nel paesaggio culturale italiano e internazionale. Il vasto repertorio, considerato tra i più completi e rappresentativi nel panorama bandistico, annovera pagine di autori classici accanto a composizioni originali per orchestra di fiati di autori moderni e contemporanei quali Hindemith, Schonberg, Holst, Barnes, Reed, Sparke, insieme a una spiccata sensibilità per i capolavori della letteratura sinfonico-corale.

Per quanto riguarda gli altri appuntamenti del 20 luglio, si inizia alle 18 con l’inaugurazione della mostra fotografica “Oltre” di Walter Selva al Cortile San Carluccio e di “Noir, verde e amaranto. I colori della storia”, esposizione di auto e moto d’epoca della Polizia nel cortile della Prefettura, in Piazza del Plebiscito. Le due mostre rimarranno aperte per l’intera durata del festival.

In Piazza San Carluccio (Arena Faletti) si susseguiranno numerosi incontri tematici e presentazioni di libri. Alle 19 “I luoghi del crimine” con Valerio Varesi, Fernando Muraca, Letizia Triches, Sara Bilotti. Alle 21 “Ombre dal passato”, in cui i giallisti Patrizia Debicke, Luca Martinelli, Giovanni Ricciardi e Giada Trebeschi raccontano l’ombra in Shakespeare, Conan Doyle, Lorenzo de’ Medici, Borges. Alle 22 “Indagini sotto le stelle”, incontro con Giorgia Lepore, Pasquale Ruju, Massimo Torre, Paolo Foschi sul tema “I sabotatori della menzogna”. Sarà inoltre presentata l’antologia “Giochi di ruolo al Maracanà”. Questi incontri saranno introdotti da Elena Cacciatore e presentati dalla giornalista Cristina Marra. Infine, alle 21 allo Spazio Eliot in Piazza della Morte (Wintergarden) in scena lo spettacolo teatra le “Il bar della stazione” di Stefano Benni, con Francesco Paolo Di Noto e Lorenzo Fortugno, per la regia di Ramona Giraldi.

Per il programma completo di Ombre Festival e per ulteriori informazioni: www.ombrefestival.it. Ombre Festival è attivo su Facebook e Twitter e l’hashtag ufficiale dell’evento è #ombrefestival.

 

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa






Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo