BALLOTTAGGIO, MARINO (FI) SUGLI USI CIVICI

4 Giugno 2019
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cari Concittadini,

siamo al ballottaggio, dove Tutto riparte, e riparte da zero.

Le Forze Politiche si “muovono” con i cosiddetti “apparentamenti”, normale, è la Politica, ma anche in queste situazioni, legittime certo, secondo me deve regnare la COERENZA, coerenza verso gli Elettori e verso i Programmi Elettorali.

Una cosa mi ha colpito, la scelta del collega ed amico Vittorio Petrelli.

Tutta la sua campagna elettorale è stata improntata sul problema degli USI CIVICI, tutta, completamente, e con grande Forza ed Abnegazione.

E cosa fa Vittorio?

Si Apparenta con la coalizione di Sinistra, cioè quella che governa Agraria e Regione Lazio, senza aver mai trovato una soluzione in questi anni.

Ormai Tutti, ma proprio Tutti, concordano che la soluzione al problema, ricordo altresì che  oltre a Bandita delle Mortelle, unica citata dagli atti Petrelli, comprende anche Quartucci e Ferrara, è perseguibile solo ed UNICAMENTE con una LEGGE DELLO STATO, Legge già presentata, e discussa in varie Commissioni Parlamentari, dalla Coalizione di Centro Destra.

Concludo con un Appello agli Elettori, valutate queste scelte e votate in Conformità con i Vostri Convincimenti, quale Candidato Sindaco e quale Squadra di Governo Amministrativo della Nostra Città da le maggiori garanzie di imparzialità e, soprattutto, di COERENZA, e la squadra giusta è senz’altro quella capitanata da Ernesto TEDESCO

Civitavecchia, 05 Giugno 2019

Comandante Marino


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo