Antonello-Aurigemma

Aurigemma (Forza Italia): “A Viterbo non si faccia la stessa fine di Roma Tre”

8 Marzo 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Apprendiamo dell’inaugurazione di Porta Futuro a Viterbo da parte del presidente della regione Zingaretti. Abbiamo sempre ribadito la valenza di simili progetti, rivolti ai giovani, in particolare neo laureati. Detto ciò, auspichiamo che in Tuscia non si faccia la stessa fine di Porta Futuro a Roma Tre: infatti proprio nelle settimane scorse avevamo parlato di come la struttura, ubicata all’interno dell’ateneo romano, sia una sede sostanzialmente vuota, nel senso che c’è personale ma non l’utenza, oltre a non essere ben chiare le funzioni proprie di tale sportello. Tra l’altro, già quando venne inaugurato il centro a La Sapienza avevamo evidenziato come il progetto non fosse originalissimo, visto che questo ruolo già è svolto dai centri per l’impiego universitari (di competenza dell’ex provincia). Noi riteniamo che la formazione, e tutto ciò che riguarda le politiche giovanili, siano tematiche delicate e complesse, che meritano una giusta e attenta programmazione, che ad oggi da parte dell’attuale amministrazione regionale non c’è mai stata. Inaugurare progetti  e iniziative, come ci ha abituato il governatore, per poi abbandonarle nei mesi successivi davvero non aggiunge nulla di propositivo al dibattito. Zingaretti deve comprendere che il tempo degli annunci e delle passerelle, alle quali dopo tre anni non crede più nessuno, è finito. Ora, se ne è in grado, deve passare ai fatti”

 Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo