Può una sconfitta dare la certezza che il lavoro svolto sia il migliore possibile e confermare che i tecnici scelti per il progetto Asp siano, senza dubbio alcuno, prepararti e competenti? Può quella stessa sconfitta regalare la più bella soddisfazione della stagione sportiva in corso? Sì, lo può fare. Ed è accaduto. Domenica scorsa, la nostra under 13 femminile ha ampiamente dimostrato che ciò è possibile. È accaduto che una squadra al suo primo anno di pallavolo (tranne due di loro), al suo esordio assoluto nel mondo del volley, ha giocato alla pari contro una squadra formata da atlete con diversi anni di pallavolo all’attivo, atlete selezionate e messe insieme in un consorzio formato da più Società. Le aspine sono scese in campo con così tanta determinazione e coraggio da far svanire tanta differenza di esperienza in un solo attimo, dando vita ad una partita bellissima. Perso il primo set della loro vita sportiva 25 a 15, il campo stesso sembra donare loro Energia; lotta nel secondo punto a punto per perdere di misura solo nel finale e poi presa oramai confidenza vincere bene il terzo set. Non nasconde il suo entusiasmo il direttore tecnico de Gennaro: “conoscevo bene il valore dell’avversario. Alcune atlete le ho formate con me in Academy lo scorso anno e le altre le avevo viste giocare spesso in questi anni. Osservando la determinazione con cui lavorano le nostre mi immaginavo una bella partita, ma lottare alla pari per due set e mezzo e conquistare un punto fuori casa, proprio non me lo aspettavo. Insieme a Francesco Milea e Marco Ranalli stiamo evidentemente facendo un buon lavoro. Lo stiamo facendo su un gruppo di giovani guerriere che non si spaventano di nulla e che lavorerebbero tutti i giorni per tutto il giorno. Sono davvero contento, rimpiango solo non averle viste all’opera…seguo sei campionati e non posso essere sempre presente”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com