ospedale

All’ospedale San Paolo si muore di più: lo dice un’inchiesta americana

13 Aprile 2013

L’ospedale San Paolo di Civitavecchia è uno dei sei grandi ospedali italiani con il rischio di decesso dei pazienti superiore alla media nazionale. Il dato emerge dai dati di Wired, celebre rivista americana che ha iniziato a pubblicare sul suo sito (Wired.it), i dati sulla qualità delle cure in tutti i 1.200 ospedali italiani, pubblici e privati, raccolti dall’Agenas, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari del Ministero della Salute raccolti tramite schede di dimissione ospedaliera, basandosi su diciannove indicatori. E ad esempio per la frattura al collo del femore la media nazionale su 108 pazienti è del 5.91% mentre per l’ospedale di Civitavecchia la media è quasi il doppio, il 10.28%. Undici decessi contro sei. Sempre nel litorale l’ospedale di Tarquinia ha invece (sempre basandosi sui 19 indicatori) una media-decessi per scompenso cardiaco del 15.21%, sette punti in più della media nazionale. L’ospedale Padre Pio di Bracciano infine dai dati risulta essere il migliore: la sua media decessi è la minore del comprensorio.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com