centraletvnuova

“Fissata dal TAR l’udienza al 28 agosto, è stata prorogata la possibilità di aderire all’intervento ad adiuvandum per il ricorso che mira ad annullare la disastrosa AIA che autorizza la centrale Enel di TVN ad immettere nell’atmosfera il triplo del monossido di carbonio rispetto alle emissioni degli ultimi dieci anni, che pur hanno causato tante malattie e morti praticamente in ogni famiglia della nostra città”. Il Codacons fa il punto della situazione sul ricorso presentato contro l’Aia per Tvn e aggiunge:

“Infatti, se dieci anni di combustione di carbone hanno portato il nostro territorio ad indossare la triste maglia nera regionale per i decessi dovuti all’inquinamento, si prevede, purtroppo, che con i nuovi parametri autorizzati dall’Aia (ricordiamo anche l’aumento delle ore di funzionamento a 22 ore/giorno e il conseguente incremento delle tonnellate bruciate, un milione sopra la soglia di legge), Civitavecchia e Comuni limitrofi potrebbero balzare, dall’attuale terzo posto nazionale, direttamente sul podio più alto, conquistando il triste primato nei prossimi anni, perchè, è bene ricordarlo ai cittadini, l’inquinamento ambientale causa patologie e decessi anche decenni dopo l’esposizione all’agente patogeno.

Il Sindaco Tidei ha definito “un successo” l’AIA che invece si stà già dimostrando la caporetto della salute per questa e per le prossime generazioni. Senza alcuna coscienza nè cognizione di causa ha nominato -quale unico rappresentante che “avrebbe” dovuto tutelare la salute del territorio-  membro della Commissione Istruttoria che ha rilasciato l’Autorizzazione, l’Ing. Marco Censasorte, noto imprenditore edile che, occupandosi di tutt’altro nella vita professionale, e senza alcuna competenza specifica (peraltro espressione politica del Sindaco, sostanzialmente incompatibile con il ruolo che ha assunto in Commissione IPPC), ha avallato e apposto la propria firma sull’Autorizzazione, svendendo all’Enel anche la salute delle prossime generazioni.

Sappiamo che in questi giorni, dopo la pubblicazione degli allarmanti dati dello studio del Dott. Forastiere, si è intavolato un acceso dibattito sui social network, che ci auguriamo possa contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto dei più giovani, sul tema.

Annunciamo l’imminente apertura di una pagina Facebook del Codacons locale, dalla quale potremo raccogliere le opinioni dei cittadini sui temi ambientali, ed aggiornarli sugli stessi e sulle nostre azioni.

Auspichiamo inoltre, che alcune voci -isolate- che si levano indignate sull’argomento, sia dalla maggioranza che dall’opposizione, possano convergere concretamente in fattiva difesa della tutela della salute pubblica .

Poniamo l’accento sulla necessità che tutti partecipino al ricorso del CODACONS: l’unico strumento a disposizione dei cittadini per tentare di bloccare l’autorizzazione rilasciata all’Enel dal sindaco Tidei.

Abbiamo tutti il dovere di partecipare, di tentare di fare “concretamente” qualcosa per la nostra salute e quella dei nostri figli e nipoti, al di là di tanti discorsi, a volte retorici e sterili che, putroppo, non eliminano il problema.

Invitiamo tutti i residenti nei comuni di Civitavecchia, Tarquinia, Montalto, Tolfa, Allumiere e S. Marinella ad aderire collegandosi sul sito www.codacons.it o recandosi presso la Sede di Civitavecchia in v. Strambi, 17 nei giorni di lunedì e venerdì ore10-12. Il martedì ore 17-19. Per info 345.215.1492″.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com