Priorità del centrodestra, se saremo eletti, sarà quella di proseguire il tavolo ambientale con le Università Agrarie dei comuni limitrofi, già avviato nel 2021. Garantire al territorio un unico, grande interlocutore assicurerà una forza maggiore alle nostre istanze di tutela ambientale e di salute, che fino ad oggi sono state portate avanti solo in parte dalle Istituzioni; se infatti Tarquinia è riuscita a bloccare alcune minacce ambientali è stato in ampia parte grazie all’impegno delle associazioni ambientaliste. Pur riconoscendo il valore e l’importanza di queste realtà, da preservare ed aiutare sempre, riteniamo comunque fondamentale aumentare la potenza in capo alle istituzioni, per l’appunto grazie alla collaborazione con le Università Agrarie dei comuni limitrofi, con le associazioni di categoria, con le università.
In tema ambientale vorremmo poi sviluppare un progetto ambizioso, ma a nostro avviso imprescindibile per poter parlare davvero di tutela della salute: un accurato monitoraggio ambientale del territorio.
Mediante la ricerca di collaborazioni qualificate con vari soggetti, come ad esempio Arpa ed Università della Tuscia, vorremmo sfruttare le proprietà dell’Agraria per promuovere studi sugli effetti dei sistemi inquinanti sulle produzioni agricole e sugli animali. Soltanto con dati certi, attendibili e specifici potremmo dialogare con le Istituzioni superiori con cognizione di causa, valutando seriamente strategie di miglioramento della qualità di aria ed acqua e contrastando i sistemi inquinanti in maniera inoppugnabile.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com