Adsp, Marino: ”Moscherini è l’uomo giusto”

10 Agosto 2020
Condividi

Pasquale MARINO a sostegno per la nomina a Commissario di Gianni Moscherini Padre innamorato della sua creatura: il moderno Porto di Civitavecchia.

Leggo con molto interesse che Gianni Moscherini si mette a disposizione per l’eventuale di massimo Dirigente dell’Autorità di Sistema Portuale del network  di Civitavecchia e del Lazio. Moscherini non ha bisogno di presentazioni particolari perché nel settore marittimo è molto conosciuto ed apprezzato per quello che ha fatto e realizzato. Della sua messa in gioco, dovuta senz’altro all’amore e all’attaccamento per la sua creatura, la politica tutta, che poi e quella che decide per la eventuale nomina, dovrebbe sostenere questa candidatura e fare tesoro della dinamicità e dell’esperienza del Padre del attuale Porto di Civitavecchia e del network laziale dei porti di Roma e Gaeta. Del resto la situazione attuale di criticità è sotto gli occhi di tutti  compreso gli operatori portuali  tant è che anche il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco nei giorni scorsi ha preso carta e penna ed ha scritto al Ministro ed al Presidente della Regione Lazio per esprimere le preoccupazione della città e dell’Amministrazione Comunale per lo stato attuale delle cose. Per dare nuovo slancio alle attività ed alla economia portuale occorre, senza dubbio, chiamare la persona giusta . Il porto è malato grave è ha bisogno di uno specialista che lo possa salvare e far sviluppare le grandi potenzialità che ci sono. Moscherini in questo momento è l’uomo giusto!!!

Pasquale MARINO 

CONSIGLIERE COMUNALE CIVITAVECCHIA

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo





Condividi

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo