lucernoni daniela

Acqua non potabile. Il vicesindaco fa chiarezza sull’ordinanza

2 Agosto 2014

Il vicesindaco Daniela Lucernoni interviene in merito all’ordinanza emessa dal Comune sulla non potabilità dell’acqua.
 
“In relazione alla polemica creata ad arte dai soliti noti, relativa all’ordinanza di non potabilità dell’acqua emessa ieri, appare necessario precisare quanto segue.

La comunicazione di non potabilità dell’acqua da parte della ASL è pervenuta all’A.C. in data 1 agosto 2014, a seguito del campionamento effettuato dalla società Labservice srl in data 18 luglio 2014, ed il comune ha poi provveduto in modo assolutamente tempestivo ad informare la cittadinanza.

Tutto ciò risulta in modo chiaro ed evidente già solo dall’atto comunale. Basta leggerlo.

Per opportuna conoscenza si comunica che è attualmente attivo il servizio di autobotti che sta operando senza sosta per fornire acqua potabile alle grandi utenze come carceri, ospedale, case di riposo. In ogni caso per questioni di necessità e urgenza si può contattare la squadra di reperibilità al numero 329/2305122.

Mi preme inoltre sedare l’ansia dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici Sig. Mecozzi ,rassicurandolo sul fatto che questa amministrazione, a differenza della sua, sta lavorando in modo serio e finalmente definitivo alla risoluzione del problema. Pertanto appare del tutto pretestuoso l’invito del Sig. Mecozzi a non pagare il servizio idrico, un invito alla disobbedienza civile che certamente non rappresenta una soluzione valida ad una questione annosa, come lui in teoria dovrebbe sapere, visto che durante la sua amministrazione si erano già verificati numerosi precedenti di non potabilità delle acque dovuti a colibatteri, alluminio e, per un non corretto intervento di risoluzione, trialometani, che a differenza degli escrementi tanto temuti dall’ex assessore, sono sostanze cancerogene”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com