“Acanthus prende atto della campagna di discredito della propria immagine attivata ad orologeria proprio a ridosso del preannunciato nuovo procedimento per la subconcessione termale. Si rispediscono al mittente le infondante e inesatte accuse in  merito al mancato pagamento dei tributi comunali. Acanthus sul tema ribadisce e precisa che, oggi come ieri, è in regola con  il pagamento delle tasse e rispetta le vigenti normative tributarie per il pagamento dei tributi. Scrivere, come è stato scritto, che secondo i  “beneinformati del Comune” la società Acanthus “non ha mai pagato le tasse” è di una gravità e falsità inaudita”, lo comunica in una nota la società Acanthus.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com