Abbattuta la palma di piazza Calamatta

25 Giugno 2019 ore 15:10:37
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa
Nel corso degli ultimi anni, i Vigili del Fuoco di Civitavecchia a seguito di varie richieste, sono intervenuti più volte per verificare la stabilità dell’albero in questione (a seguito di rami caduti e/o pericolanti).
I VVF svolgono soccorso tecnico urgente e non sono tecnici agronomi, pertanto le volte in cui sono intervenuti, hanno eliminato il pericolo imminente, attraverso la rimozione dei rami pericolanti ed hanno richiesto a chi di dovere (tramite apposito fonogramma inoltrato presso gli enti preposti) di provvedere a far effettuare una verifica delle condizioni della pianta, da parte di tecnico qualificato e responsabile. Quanto scritto, poiché non essendo tecnici, non potevano prevedere l’evoluzione d’ammaloramento della palma nel  corso del tempo. Ieri sera i VVF per l’ennesima volta sono stati chiamati ad intervenire a causa della caduta di alcuni rami. Giunti sul posto, a seguito di verifica visiva (anche se non tecnici) hanno constatato l’imminente pericolosità della chioma, poiché anche se ridotta ornai a pochi rami, fra l’altro pericolanti, era in procinto di cadere. Una volta rimossa la sommità, i VVF hanno constatato l’instabilità del resto della pianta (secca e ammalorata) per cui hanno proceduto alla rimozione totale della stessa. Il tutto a salvaguardia delle numerose persone (compresi molti bambini)  che frequentano quotidianamente la piazza.
L’intervento ha avuto inizio alle ore 19.35 circa del 24/06/2019 ed ha avuto termine alle ore 01.35 del 25/06/2019.
Fonte VVF
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo