“A tu x tu con il Crc”

18 Gennaio 2019
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Nuova appuntamento con la rubrica “A tu x tu con il Crc”, il momento che ogni settimana si sofferma un profilo diverso legato all’universo biancorosso. In questa settimana, dopo il ritorno al successo della serie B che ha ricominciato l’anno come l’aveva chiuso, ovvero vincendo, incontriamo Rosanna Piermarini, allenatrice del minirugby under 6 del Crc.

Allora Rosanna da cosa deriva la tua passione di allenatrice di rugby?

“Ho conosciuto il rugby 12 anni fa come mamma, perché ho portato mio figlio Giordano a cimentarsi in questo sport. E grazie a mio zio che è stato pioniere di questa disciplina, Nicola Iengo. Ma nel mio percorso ho anche giocato, nella formazione femminile dei Warriors, con la società capitanata da Germana Raponi”.

Quali sono i punti fondamentali di insegnamento per i bambini, cosa debbono imparare i giovanissimi rugbisti under 6?

“In primis il rispetto, le regole e poi l’impegno. Devono giocare tanto, è necessario che si conoscano fra di loro. E poi ai bambini serve soprattutto giocare”

“Quale è la parte più difficile nell’allenare bambini di 4- 5 anni, la parte tecnica, ludica o c’è anche dell’altro?

“Come tecnica non c’è tanto lavoro. Più che altro l’importante è entrare in simbiosi con loro, quindi lavorare con l’empatia. Si devono fidare di te”.

In questa stagione 2018-2019, secondo i numeri, la under 6 del Crc ha raggiunto un record di bambini praticanti. Prevedi un’ulteriore crescita?

“Quest’anno c’è stato grande aumento, è uno sport che sta prendendo piede. Da questo punto di vista incide il passaparola, sbagliando si pensa che è un gioco pericoloso. Credo che in futuro ci saranno numeri ancora più grandi”.

Sono alcuni anni che insegni rugby ed hai visto bambini diventare ragazzi. Cosa gli ha insegnato questo sport?

“La più grande soddisfazione è vedere la crescita dei bambini, mi entusiasma davvero tanto. Vedere quello che gli hai trasmesso, assistere all’evoluzione di un percorso. E’ veramente gratificante”.

Infine parliamo della serie B. Cosa pensi della prima squadra?

“Vedo che stiamo andando benissimo, è un cammino super. Auguro alla squadra di centrare l’obiettivo della serie A”.

Lo staff della comunicazione

CIVITAVECCHIA RUGBY CENTUMCELLÆ asd



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE


lL PROGRAMMA PER IL MESE LUGLIO DI “ARTE… IN CENTRO”
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •