A Civitavecchia nasce “Link Democratico”

2 Luglio 2014

Dal gruppo promotore di “Link Democratico” (Patrizio De Felici, Eleonora Landi, Stefano Giannini, Valeria Porro, Valerio Mori, Annalisa Tomassini, Stefano Amato, Patrizio Paolinelli, Valerio De Donatis, Alessandro Cascioni, Cristiano Cesarini, Simone Pazzaglia), riceviamo e pubblichiamo.

“Link democratico è un’associazione politico-culturale che riunisce cittadini di Civitavecchia impegnati a restituire alla politica il suo ruolo di servizio nei confronti della comunità. L’associazione è composta da uomini e donne che vedono nel nuovo corso del PD un’occasione per uscire dai riti e dalle contraddizioni che hanno impedito il buon governo della città e che non hanno permesso di affrontare la lunga e drammatica recessione in atto. Una recessione che su Civitavecchia ha avuto effetti ancor più devastanti che altrove  a causa della fragilità della sua economia e delle sue istituzioni. Il nome che abbiamo scelto rivela l’identità del soggetto collettivo che intendiamo costruire. Ci chiamiamo Link Democratico perché intendiamo unire e non dividere e perché intendiamo condividere e non imporre.

Perché Link Democratico

L’esigenza di riunire uomini e donne della società civile per progettare e realizzare l’uscita di Civitavecchia dall’arretratezza in cui si trova non è data da oggi. Ma ha subito una forte accelerazione dopo la sconfitta del centrosinistra alle ultime elezioni amministrative. Una sconfitta pesante che richiede un deciso cambiamento di rotta nel modo di fare politica dentro e fuori il PD e nel modo di gestire la cosa pubblica. Link Democratico si candida ad essere un protagonista di questo cambiamento. E ben vengano iniziative e soggetti che partono dalla comprensione dei mutamenti in corso nella nostra città e che intendono voltare pagina in una prospettiva progressista. Per quanto ci riguarda è necessario aprire le porte del PD  alla cittadinanza al fine di favorire un ricambio dei gruppi dirigenti. Gruppi ai quali vanno attribuiti tanti meriti passati e dai quali ci aspettiamo oggi la saggezza di trasferire il testimone a chi corre verso obiettivi comuni: una società più giusta, un’amministrazione più efficiente,  un lavoro per tutti.

Le nostre prospettive

L’ambiente, la cultura, lo sviluppo sostenibile, il welfare, l’innovazione tecnologica, il lavoro sono i temi che Link Democratico intende discutere con la comunità del centrosinistra e con la società civile di Civitavecchia. Vogliamo riattivare le energie democratiche, coinvolgere, condividere, proporre e costruire un’azione che sia partecipata e collettiva. Nel PD, e più in generale nel centrosinistra, occorre tornare a progettare la città. Pensiamo che questa  sia la strada maestra per ricucire le lacerazioni che recentemente hanno diviso il fronte progressista e per ricostruire un sistema attivo di partecipazione popolare ai processi decisionali. Il PD può e deve tornare ad essere uno spazio di pluralità e di inclusione, un luogo  di incontro e di scambio, in cui giungano a sintesi le proposte migliori per tornare al più presto al governo della città. In questa prospettiva la forma organizzativa del PD va intesa come lo strumento e non il fine dell’agire politico. Detto in altre parole, occorre costruire una nuova classe dirigente del partito attivando da subito meccanismi che impediscano la formazione di oligarchie e rendite di posizione. A tale scopo lavoreremo affinché il segretario e la direzione del partito siano eletti attraverso primarie aperte. Solo così il rinnovamento risulterà vero e concreto. A Civitavecchia esistono tante energie e intelligenze poco o male utilizzate. Link Democratico sarà la loro casa”. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com