tavolotecnicoIl Tavolo Tecnico Interistituzionale dell’agibilità per le pari opportunità, la non discriminazione e il pieno riconoscimento del diritto alla mobilità e all’accessibilità, è composto da i seguenti soggetti: Provincia di Roma, Comuni di Civitavecchia, Santa Marinella, Cerveteri, Ladispoli, Allumiere, Tolfa e Tarquinia, Ordine degli Avvocati di Civitavecchia, Ordine degli Architetti Sez.ne di Civitavecchia,Collegio Provinciale dei Geometri Sez.ne di Civitavecchia, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Coordinatore Gruppo nazionale di lavoro su sicurezza delle persone con disabilità – Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio del Lazio, ASL RM/F, Ater, CONI e CIP Delegati di Roma, Associazioni del Volontariato.

Il Tavolo Tecnico Interistituzionale, il cui obiettivo sociale è la “divulgazione di una cultura dell’agibilità, dalla individuazione di linee tecniche e legali operative per arrivare alla concreta attuazione della normativa tecnica e programmatica vigente in materia, anche allo scopo di rendere fruibile a tutti i cittadini luoghi e/o servizi pubblici (PEBA), spazi urbani e luoghi culturali (PISU)” ha incontrato martedì 23 Luglio 2013 nella sede comunale di Cerveteri il Sindaco Alessio Pascucci, la Delega all’abbattimento delle barriere architettoniche e ai rapporti con il privato sociale Ivana Paoluzzi, l’Assessore alle Politiche della Persona Francesca Cennerilli e il Dirigente Responsabile del Servizio Urbanistica Arch. Adalberto Ferrante.

L’Amministrazione Comunale di Cerveteri è stata la prima dei Comuni del territorio a rispondere alla richiesta sollecitata dal Tavolo Tecnico Interistituzionale presieduto dal Presidente dell’Ordine degli Avvocati Paolo Mastrandrea, coadiuvato nell’occasione dall’Arch. Cristina Udina della Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio del Lazio,dal Geom. Antonella Antimi del Collegio Provinciale dei Geometri, da Pierluigi Risi Fiduciario CONI Coordinatore Macro-Area Litorale Nord, dall’Arch.Antonietta Villanti dell’Ordine degli Architetti di Roma, dal Presidente e Segretario del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato partecipanti di Civitavecchia ” Volontari Insieme ” Adelmo Covati e Salvatore Pinizzotto.

“L’incontro è stato l’occasione per prendere ulteriormente atto della società in cui viviamo e della sua complessità – afferma il presidente del Tavolo Tecnico Avv. Paolo Mastrandrea – cresce la consapevolezza che siamo tutti diversi, ma tutti vogliamo sentirci parte di una comunità, un ambiente edificato accessibile accoglie le diversità. Una città scomoda e piena di ostacoli per persone con ridotte o impedite capacità motorie (anche part-time) è una città fortemente diseconomica oltre che essere certamente discutibile dal punto di vista umano e sociale. Inoltre il non provvedere alla eliminazione delle barriere architettoniche è anche un cattivo affare per la collettività. Il Tavolo Teccnico è un contenitore, uno strumento tecnico a disposizione delle Amministrazioni Comunali e dei singoli cittadini per recuperare il disastro culturale degli anni passati”.

Alla domanda dei componenti del Tavolo tecnico: Che cosa si sta facendo a Cerveteri?

Il Sindaco Pascucci, non entra nelle situazione dei decenni pregressi, e sottolinea con passione che “con le poche risorse economiche a disposizione l’Amministrazione Comunale, gli Assessori e i Delegati competenti, per facilitare la mobilità dei cittadini e dei turisti, sono impegnati a costruire spazi e culture adatti a tutti. Nell’immediato ci sono alcuni progetti che spero vengano finanziati: lo spostamento della biblioteca comunale, n° 2 ascensori per le sedi comunali e la messa a norma dei percorsi culturali turistici legati al Patrimonio dell’Umanità UNESCO”

Il Sindaco incalzato su diversi temi dai presenti afferma: “condivido una programmazione e una progettualità a più ampio respiro a medio e lungo termine nella quale saremo da subito impegnati a:

“deliberare la redazione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche(PEBA) del Piano Integrato per gli Spazi Urbani (PISU) dei Comuni del Territorio, Il Piano Eliminazione Barriere Architettoniche – di cui alla legge n. 41 del 1986 – devesi integrare con il PISU (Piano Integrato degli Spazi Urbani) – di cui al comma 9 dell’art. 24 della L. n°104/92 (Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate)

Favorire la socialità e l’aggregazione, valorizzando le diversità non come un problema ma come un’inestimabile ricchezza. La pratica delle attività sociale – sportiva – culturale può portare notevoli vantaggi in diversi ambiti di vita delle persone con disabilità. A tale proposito saremo impegnati a rilasciare Patrocinio e contributo per varie iniziative incentivando le realtà accessibili ai disabili “Manifestazione temporanee in luoghi aperti al pubblico. Prescrizioni e criteri orientativi per l’accessibilità DPR 503/96”.

Intraprendere e mantenere una costante attività formativa specifica per quanti operano in questi ambiti; metteremo in programma evento formativo a ottobre 2013.

Programmeremo entro il 2015 “Permesso per circolazione e sosta delle persone con disabilità” (D.P.R. 30.07.2012 n. 151 “Regolamento esecuzione-attuazione Nuovo codice strada mobilità invali”: tagliandi, cartellonistica, parcheggi ecc… )

Aderiremo alle iniziati e ai progetti territoriali con gli altri Comuni con la piena consapevolezza che i diritti alle pari opportunità non possono prescindere dalla rimozione delle ben più difficili barriere culturali che, prima di quelle architettoniche, la buona amministrazione deve saper superare”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com