VITERBO – LA VISITA DELL’EX ARBIRO DI SERIE B DIEGO ROCA. “SI CRESCE OGNI GIORNO FREQUENTANDO LA SEZIONE E APPRENDENDO DA CHI HA PIÙ ESPERIENZA”.

18 Dicembre 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si è svolta venerdì 14 dicembre 2018, nella sede viterbese dell’associazione italiana arbitri, una riunione tecnica alla quale ha partecipato come relatore Diego Roca, ex arbitro di serie B e attuale componente della commissione arbitri interregionali guidata da Andrea Gervasoni. Come accade da anni, il suo nominativo è stato estratto a sorte da una rosa di nomi e mai scelta è stata più felice, poiché a Viterbo vivono due cugini e colleghi dell’illustre ospite.

Il dirigente arbitrale Diego Roca, iscritto alla sezione Aia di Foggia, ha coinvolto i giovani fischietti viterbesi con un’interessante lezione durante la quale ha mostrato immagini e video, facendo notare i principali errori in cui incorrono i direttori di gara ma, soprattutto, ha fatto visionare ai colleghi i video di gare del settore giovanile e scolastico, mettendo a confronto episodi arbitrali corretti con altri in cui una decisione diversa da parte dell’arbitro sarebbe stata accettata in maniera differente.  Preziosi consigli, che i fischietti di Viterbo potranno mettere in atto già dalle prossime gara che dirigeranno.

“E’ sempre un piacere tornare a Viterbo – ha detto Diego che è cugino dell’arbitro viterbese Alessandro Roca e della sorella Roberta, anche lei con un passato recente da arbitro – ospite di una sezione così grande e partecipe. Siate consapevoli che si cresce ogni giorno frequentando la sezione e gli uomini e le donne di esperienza che ne fanno parte”.

Al termine, il presidente della sezione Aia di Viterbo, Luigi Gasbarri, ha voluto ringraziare Diego. “Sono entusiasta che tu sia venuto a Viterbo – ha detto Gasbarri – città dove vivono i tuoi cugini. La tua è stata una riunione differente dalle altre. Far vedere filmati di gare locali, rispetto alle tradizionali partite di serie A, non può che arricchire il nostro gruppo di arbitri, che oggi saranno più consapevoli delle scelte che prenderanno sui campi di calcio”.

Gasbarri ha infine consegnato all’ospite un oggetto ricordo della sua visita nella Tuscia.

Aia, associazione italiana arbitri, sezione di Viterbo



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE lL PROGRAMMA PER IL MESE LUGLIO DI “ARTE… IN CENTRO”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •