Usb: “Situazione critica negli uffici comunali”

31 gennaio 2014

Da Usb – Civitavecchia, riceviamo e pubbliuchiamo.

“Dopo il trasferimento dell’Ufficio Prevenzione e sicurezza ad altro settore, dopo aver ridotto i dipendenti in quell’ufficio, dopo avere destinato esigui fondi di bilancio per la prevenzione e sicurezza, dopo aver smembrato tutte le squadre di operai, Il Comune di Civitavecchia si trova in condizione disastrosa al limite dell’agibilità e della sopportazione da parte di tutti i dipendenti costretti a subire tali situazioni spiacevoli e pericolose anche per la cittadinanza utente. Aula Consiliare Pucci allagata, vetri rotti o addirittura aperti senza chiusura; porta ingresso Comune rotta, stanzino uscieri sovraffollato, senza luce e riscaldamento; aula Calamatta con relativa auletta e bagno prospicienti chiuse al pubblico per soffitti e terrazzi allagati che hanno deteriorato le mura; bagni del Comune senza più lavandini, serrature e luce al limite della inagibilità; mura esterne al palazzo sempre più rovinate  e circondate da impalcature per maltempo e interventi in sicurezza; questa è solo la situazione della sede centrale di Piazzale Guglielmotti. Parliamo poi di alcune sedi distaccate con situazioni rischiosissime  cronicizzate: Uffici del  Personale a Torre Europa con pericolo rosso per fumi e vie di fuga;  Servizi Sociali senza uscite di sicurezza, sbarre alle finestre e stanze fredde in inverno e calde d’estate; Uffici Pubblica Istruzione a Villa Albani non a norma sull’antincendio, mancanti di uscite secondarie e con accesso  pericoloso; E l’opera è completata con lo smembramento di tutte le squadre di operai, lavoratori sbattuti da un settore all’altro come se fossero pedine da scambio, senza nemmeno i mezzi comunali attualmente quasi tutti in disuso, fermi da mesi e non riparati, si parla addirittura di mezzi senza sedili. Basta, tali situazioni non sono più sostenibili e la USB Enti Locali invita il Commissario Prefettizio a convocare una riunione di servizio urgente con i Dirigenti tutti, il responsabile RSPP, i rappresentanti RLS, la RSU del Comune e tutte le sigle sindacali territoriali. “

 

Commenti

commenti