consiglio urbanistica

Urbanistica. Approvati i piani di zona e la variante 31

1 marzo 2013

Urbanistica, approvate tre delibere “epocali”. E’ quanto affermato da Pietro Tidei e Franco Passeri, delegato all’urbanistica, che nella giornata di oggi hanno illustrato i provvedimenti passati al vaglio del consiglio comunale di mercoledì scorso. Si tratta dei piani di zona, della variante 31 e delle autorizzazioni paesaggistiche. Ed è proprio grazie a quest’ultima modifica del regolamento sugli ampliamenti degli edifici, che molti civitavecchiesi potranno beneficiare di un notevole snellimento delle pratiche autorizzative. Se infatti, fino a pochi giorni fa era la Regione Lazio a concedere questi permessi, grazie alla delibera voluta dalla maggioranza che ha previsto una delega in subdelega alla Regione, d’ora in poi ci si dovrà semplicemente rivolgere all’ufficio urbanistico del Comune per effettuare piccole espansioni sugli immobili. “Si tratta di una concreta sburocratizzazione dei procedimenti – ha spiegato Pietro Tidei – che consentirà a moltissimi cittadini di poter valorizzare ed ampliare le proprie case”. Per quanto riguarda i piani di zona, il sindaco ha invece parlato di un vero e proprio “rastrellamento” di tutti i piani, finalizzato a reperire aree per l’edilizia sovvenzionata. In questo modo, l’Ater potrà rinunciare a Torre d’Orlando e costruire un totale di 46 mila metri cubi nel centro abitato. “Inoltre – ha aggiunto Pietro Tidei – grazie ai contributi regionali sarà possibile costruire 840 nuove case, di circa 75 metri quadrati, che saranno vendute a prezzi più che economici, intorno ai 120/130 mila euro. Dopo anni e anni, si danno le prime risposte alla dilagante emergenza abitativa presente in città”. Altra grande novità è lo sblocco della “variante 31”, ovvero quella che riguarda il recupero dell’area a ridosso della ferrovia. “Si tratta di un progetto fermo dal 2000 – ha spiegato il primo cittadino – che riguarda il recupero dell’area retrostante la stazione: lì è prevista la costruzione della nuova stazione e, in accordo con le Fs, un parcheggio multipiano, una scuola, un albergo e da subito, entro la prossima settimana, circa duecento nuovi posti auto completamente gratuiti. Inoltre, gli imprenditori locali godranno del diritto di prelazione per le aree che saranno messe in vendita dalle Ferrovie e l’amministrazione comunale otterrà circa 30 mila metri cubi per edifici pubblici ed edilizia sociale”. Massima attenzione anche per l’ambiente: per ogni nuova cubatura, sono infatti previste consistenti percentuali di verde pubblico.

Commenti

commenti