Un General Contractor tra le imprese locali contro la pratica dei sub appalti

9 marzo 2013

Secondo incontro tra l’Associazione Costruttori Civitavecchiesi e la CNA di Civitavecchia e Viterbo, con i rappresentanti degli ordini professionali degli Architetti, degli Avvocati ed il Delegato all’Artigianato del Comune di Civitavecchia Giuseppe Traini.Nella riunione del 28 febbraio era emersa la volontà di condividere e sottoscrivere un piano operativo congiunto con il fine ultimo di interloquire direttamente con l’Amministrazione Comunale, attraverso proposte e progetti realizzabili a “breve”. “I temi toccati e condivisi tra le parti anche nel secondo incontro –commenta Traini – hanno interessato punti assai importanti per lo sviluppo ed il rilancio dell’imprenditoria cittadina”. “Si e’ concordato – prosegue – di lavorare, sopratutto a salvaguardia del tessuto locale, per la creazione di un unico soggetto imprenditoriale, una sorta di General Contractor che possa intraprendere con l’Amministrazione stessa, un percorso di iniziative fattibili attraverso comuni intenti su tutti quegli interventi che andranno a pesare sul futuro piano urbanistico cittadino”. Nelle intenzioni dichiarate questo unico soggetto andrà a porsi come interlocutore, anche nei confronti di altre realtà locali, prima fra tutte l’Autorità Portuale. “Il General Contractor – conclude Traini – dovrà assumere un ruolo da protagonista interrompendola pratica dei sub sub appalti di ben triste memoria”.

Commenti

commenti