Tolfa venerdi celebra il 214° anniversario dell’eccidio del 15 marzo 1799

13 marzo 2013

Venerdi a partire dalle ore 15 a Tolfa sarà celebrato in forma solenne il 214° anniversario dell’eccidio dei patrioti tolfetani da parte dell’Esercito  della Repubblica Francese. L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Sindaco Luigi Landi e sarà realizzata grazie al contributo e alla collaborazione della Fondazione Cariciv. Oltre alle Autorità civili e militari del territorio sarà presente la banda d’ordinanza del 1° Reggimento Granatieri Di Sardegna, che a seguito della commemorazione si esibirà in un concerto in Piazza Vittorio Veneto. Ma l’appuntamento è alle ore 15 presso il piazzale antistante la Chiesa della Sughera, dove il Prof. Ferdinando Bianchi, illustrerà l’episodio più drammatico della storia tolfetana coadiuvato dall’Archeologo Giordano Iacomelli e dal Poeta Franco Finocchi, che leggeranno e canteranno il poemetto che il poeta Bartolomeo Battilocchio ha dedicato all’avvenimento. Nel marzo 1799 infatti, quando Civitavecchia fu assediata anche Tolfa partecipò alla ribellione: la spedizione contro gli insorti fu spietata ed il generale francese Merlin si assunse l’incarico di marciare contro il paese e di ridurlo alla sottomissione. Ma non ci riuscì e il 15 marzo fucilò coloro che avevano risposto al suo appello e si erano consegnati ai francesi per aver salva la vita proprio nel piazzale antistante la chiesa della Sughera.

“Abbiamo voluto celebrare questo giorno – ha affermato il Sindaco Landi – perché è una pagina della nostra storia che non va dimenticata: invito tutti i cittadini a partecipare a questa commemorazione”.

Commenti

commenti