Tidei chiama in causa il viceministro Nencini sul completamento della superstrada per Orte

6 marzo 2014

Il candidato sindaco del Centrosinistra, Pietro Tidei, scrive al vice Ministro Nencini di recente nominato al dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti per sollecitare il suo diretto interessamento al completamento dell’importante infrastuttura per il nostro territorio. “Caro Nencini, Mi congratulo con la tua nomina a Vice Ministro dei Trasporti del governo Renzi, scelta che premia onestà e professionalità unite al sincero spirito di militanza socialista che da più di venti anni caratterizza il tuo impegno politico. Con l’occasione ti ringrazio non solo delle lusinghiere parole che tu hai inteso spendere nei miei confronti venti giorni fa in occasione del congresso del Psi di Civitavecchia, ma anche dell’appoggio che il te e il tuo partito avete voluto dare alla mia candidatura. Sono anche io convinto, come tu stesso hai affermato, che il voto socialista nel Centrosinistra sarà importantissimo per far vincere la nostra coalizione contro la destra, per ridare al più presto un Governo a questa città. E proprio in occasione della tua nomina lascia che ti segnali la Civitavecchia Orte, argomento chiave per lo sviluppo della città e del suo porto oggi nel perimetro delle tue competenze, sul quale mi permetto di rammentarti al protocollo che collega gli intenti di Comune, Autorità portuale e il tuo Ministero su questo obiettivo. I diciotto chilometri mancanti, di cui l’Europa ha finanziato la progettazione, rappresentano un tassello fondamentale di una strategia ipotizzata da anni, per il raccordo con i corridoi europei di collegamento, proprio nel momento in cui Civitavecchia il più grande scalo passeggeri del Mediterraneo si appresta a sviluppare anche la sua componente container fin qui praticamente inesistente. I presupposti ci sono tutti, potendo contare su un invidiabile primato intermodale di infrastrutture cielo-terra-mare per la vicinanza dell’aeroporto di Fiumicino, la linea ferroviaria Roma-Ventimiglia e le rotte che dal porto si dipanano verso i paesi del Nord Africa. L’assenza di un Governo cittadino di fatto ha bloccato anche questo iter che avrebbe bisogno di essere perseguito con costanza e capacità operative, visto che fino ad adesso sull’argomento sono state fatte molte, molte dichiarazioni, parecchia impropria propaganda personale, persino qualche viaggio in terra “sovietica” e pochi, anzi pochissimi, fatti. Lascia quindi che formuli l’auspicio di poter riprendere quanto prima anche questa realizzazione per la quale Civitavecchia farà affidamento sulla tua vicinanza e, se come speriamo sarò rieletto sindaco, sulla nostra antica conoscenza e reciproca stima che qui sono felice di rinnovarti. In attesa di incontrarti di persona ti saluto cordialmente Pietro Tidei”

Commenti

commenti