Tia. Precisazioni del Comune

14 marzo 2013

Da palazzo del Pincio arriva precisazioni e chiarimenti sulla Tia.

“Allo scopo di chiarire l’effettiva portata della emissione della Tia integrativa, ricordando:

– che è relativa al deficit emerso nella gestione  2011

– che è resa obbligatoria dalla legge che impone per i servizi il pareggio dei bilanci

si riporta qui di seguito la suddivisione per importi delle fatture emesse a carico di privati e famiglie.

Come si vede l’80% delle fatture sono inferiori a 150 euro.

Meno del 4% è al di sopra dei 200 euro.

Tutti gli importi superiori ai 60 euro  possono essere pagati in 3 rate senza che sia necessaria nessuna domanda o autorizzazione.

Ogni utente può scegliere se pagare in tre rate o in un’unica soluzione.

A ciascun utente sono stati recapitati infatti quattro bollettini postali:

i tre bollettini  per la rateazione con l’importo già calcolato il bollettino per l’eventuale versamento in un’unica rata.

Si conferma che l’onere medio è di circa 110 euro ( corrisponde ad una famiglia di 2-3 persone

e ad un appartamento di 75-80 metri quadrati).

L’Amministrazione è consapevole dei disagi che la situazione purtroppo comporta alla comunità cittadina, ricordando che per le fasce sociali più deboli e le famiglie seguite dai servizi sociali, ai primi di aprile, uscirà un bando pubblico per contributi straordinari  tesi a pagare sia l’Acqua che la TIA”.

Commenti

commenti