locandina-Saline-Tarquinia-Riservamica-2018-e1526384740388

Tarquinia. Per il sesto anno consecutivo torna “RiservAmica”

17 maggio 2018

Per il sesto anno consecutivo torna “RiservAmica”, l’iniziativa organizzata dall’Arma dei Carabinieri attraverso il Raggruppamento Biodiversità ed i suoi 28 Reparti Biodiversità: l’evento si terrà domenica 20 maggio 2018 con l’obiettivo di far meglio conoscere a tutto il pubblico italiano le aree protette gestite dall’Arma dei Carabinieri, una rete composta da centotrenta gemme ricche di verdi foreste, incontaminati specchi d’acqua, biodiversità e storia che attraversa l’intero Paese.

La Festa avrà come di consueto un tema conduttore, che per il 2018 è riscritto in “Scopri l’Italia Selvatica – Segui il richiamo della natura”, volto a sottolineare un percorso di ritorno all’antica sinergia e interrelazione tra l’uomo e tutti i componenti degli ecosistemi naturale. Durante la Festa i visitatori potranno assaporare e tastare con le proprie mani il frutto e il risultato di una incessante e sempre più attenta opera di tutela e conservazione del patrimonio naturale italiano.

Sarà anche una nuova occasione per conoscere meglio i tanti compiti istituzionali portati avanti dagli uomini e dalle donne dei Carabinieri Forestali, portati quotidianamente a tutela della biodiversità, del settore agroalimentare e della legalità ambientale. In tale occasione il Reparto Biodiversità di Roma, uno dei due Reparti presenti nel Lazio, aprirà nuovamente al pubblico le Saline di Tarquinia.

Si inizia alle 9 e 30, con l’accoglienza dei visitatori presso il borgo e la presentazione della Riserva Naturale, quindi, alle 10, via al percorso all’interno della Riserva stessa, alla scoperta della micro e macrocomplessità. Nel pomeriggio, poi, dalle 14 e 30 alle 18i, visite guidate con illustrazione del profilo storico, ambientale, naturalistico e geologico della Riserva.

La Riserva Naturale Statale “Saline di Tarquinia” (VT) è dal 1980 un’area protetta gestita dal CFS dedicata al ripopolamento animale in quanto zona di sosta e riproduzione di numerose specie di avifauna quale il fenicottero rosa. Derivata da un sito di produzione del sale avviato nell’Età del Ferro (X sec. A.C.), costruito nel 1805 e chiuso alla produzione nel 1997, questa Riserva contiene una molteplicità di valori ambientali e storici unici che verranno illustrati al pubblico in maniera integrata. Grazie ai Carabinieri Forestali, la giornata del 20 maggio offrirà gratuitamente al pubblico sia la possibilità di visite libere che di visite guidate – adatte anche a diversamente abili – nel percorso verde creato dal Nucleo Biodiversità di Tarquinia.

Commenti

commenti