niccolò fabi

Tarquinia, Niccolò Fabi al FLeb

23 Set 2016

Con il conduttore radiofonico John Vignola saranno protagonisti Costruire una canzone incontro sulla nascita di una canzone. Il 24 settembre, alle ore 21, nella piazza della chiesa di Santa Maria in Castello.

Domani 24 settembre, nell’ambito del FLeB, Niccolò Fabi, con il giornalista e conduttore radiofonico John Vignola, sarà protagonista dell’incontro Costruire una canzone. Incontro sulla nascita di una canzone: un evento formativo e performativo, un viaggio tra parole e musica. Davanti alla chiesa di Santa Maria in Castello, dalle ore 21, Fabi e Vignola incontreranno il pubblico in un momento di dialogo e approfondimento sulla nascita di una canzone, con il racconto di piccoli aneddoti e curiosità che si nascondono dietro alla genesi di un testo o di una melodia. Un incontro per dare spazio alla parola e al suo rapporto con la musica, con l’arrangiamento e con la melodia stessa. Costruire una canzone si sviluppa come evento formativo e performativo con lo scopo di accompagnare all’interno delle canzoni anche affrontando linguaggi tecnici, partendo da spunti e da curiosità. Le canzoni come strumento di racconto e raccordo. Un viaggio tra parole e musica. Fabi è un cantautore italiano. Ha pubblicato 10 album tra il 1997 e il 2016. Ha collaborato alla scrittura di alcune colonne sonore, tra cui Come dio comanda di Gabriele Salvatores. Tante le collaborazioni tra cui Fiorella Mannoia, Max Gazzè, Daniele Silvestri e Jarabe de Palo. Nel 2014 ha pubblicato Il padrone della festa con Daniele Silvestri e Max Gazzè cui è seguito un tour di grande successo. Del 2016 il suo ultimo prodotto discografico, Una somma di piccole cose. Vignola da oltre vent’anni si occupa professionalmente di musica. Ha scritto e curato una dozzina di libri sull’argomento, collaborato con altrettante riviste musicali e condotto per RadioRai svariati programmi radiofonici. Il più recente Radio1 Music Club in onda tutte le mattine su Rai Radio1. Scrive settimanalmente su Vanity Fair.

 

Commenti

commenti