Tarquinia. La mini Imu sulla prima casa non si paga

8 gennaio 2014

«I tarquiniesi non devono pagare la cosiddetta mini Imu per la prima casa, in scadenza il prossimo 24 gennaio». Lo afferma il sindaco Mauro Mazzola, per fare chiarezza e sgomberare il campo da dubbi e incertezze. «L’esenzione è resa possibile per il fatto che il Comune ha stabilito per il 2012 e il 2013 un’aliquota sull’abitazione principale uguale a quella base al 4 per mille, per tutelare le centinaia di famiglie che possiedono una sola casa. – sottolinea il sindaco Mazzola – Ribadisco quindi che nella nostra città non si paga la cosiddetta mini Imu».Rimandata da dicembre al 24 gennaio, per la mancata conferma delle coperture sulla seconda rata della tassa sugli immobili per le prime case, pertinenze e terreni e fabbricati agricoli, ossia,le fasce già esentate della rata di giugno, la cosiddetta mini Imu dovrà essere corrisposta in oltre 2 mila Comuni italiani, ovvero dove l’aliquota è stata innalzata oltre la soglia base del 4 per mille. «Siamo di fronte a un caos normativosenza precedenti sul fronte della fiscalità immobiliare. – conclude il primo cittadino – È una situazione davvero incresciosa: sono presi provvedimenti per poi essere gettati al vento nel giro di poche ore, con le Amministrazioni e i cittadini costretti ad attendere per capire cosa fare e per non sbagliare».

Commenti

commenti