TARQUINIA – I CONSIGLIERI OLMI E PERINU CHIEDONO INTERVENTO DELL’ASSESSORE REGIONALE ALL’AMBIENTE PER SOLLECITARE IL COMPLETAMENTO DEI LAVORI AL DEPURATORE DEL COBALB.

5 ottobre 2018


Gli ex consigliericomunali di Tarquinia, Silvano Olmi e Maurizio Perinu, chiedono l’intervento
dell’assessore regionale all’ambiente per sollecitare il
completamento dei lavori al depuratore del Cobalb.

Dopo aver partecipato, il24 settembre scorso, alla riunione degli amministratori dei comuni che si
affacciano sul lago di Bolsena e che sono serviti dall’impianto di
depurazione gestito dal Cobalb, i due ex amministratori comunali di Tarquinia
non si fermano e concordano con il Sindaco di Bolsena Paolo Equitani e i
Sindaci del comprensorio, sulla necessità di un incontro pubblico con
l’assessore regionale all’ambiente.

24 settembre scorso, alla riunione degli amministratori dei comuni che si
affacciano sul lago di Bolsena e che sono serviti dall’impianto di
depurazione gestito dal Cobalb, i due ex amministratori comunali di Tarquinia
non si fermano e concordano con il Sindaco di Bolsena Paolo Equitani e i
Sindaci del comprensorio, sulla necessità di un incontro pubblico con
l’assessore regionale all’ambiente.

“I malfunzionamential depuratore e alle pompe di sollevamento del Cobalb – dichiarano
i due ex-consiglieri Olmi e Perinu – creano gravissimi problemi anche al
fiume Marta e al mare antistante il Lido di Tarquinia. Lo stato di salute del
lago di Bolsena e l’efficienza del depuratore del Cobalb riguardano anche
noi tarquiniesi, poiché qualsiasi tipo d’inquinamento, attraverso il
fiume Marta giunge fino al mare, con evidenti problemi all’ambiente e
alla balneazione.

al depuratore e alle pompe di sollevamento del Cobalb – dichiarano
i due ex-consiglieri Olmi e Perinu – creano gravissimi problemi anche al
fiume Marta e al mare antistante il Lido di Tarquinia. Lo stato di salute del
lago di Bolsena e l’efficienza del depuratore del Cobalb riguardano anche
noi tarquiniesi, poiché qualsiasi tipo d’inquinamento, attraverso il
fiume Marta giunge fino al mare, con evidenti problemi all’ambiente e
alla balneazione.

Per questo è importanteche l’assessore regionale all’ambiente effettui un sopralluogo
– concludono Olmi e Perinu – per accertare lo stato di avanzamento
dei lavori, rimuovere eventuali ostacoli al completamento dell’opera e
incontrare gli amministratori pubblici, le associazioni e i cittadini.”

Silvano Olmi

Maurizio Perinu

Commenti

commenti