Storia e tradizione a Soriano nel Cimino con la Sagra delle Castagne

14 settembre 2018

Si chiama Sagra delle Castagne e, nella versione moderna, da cinquantuno anni caratterizza e anima l’arrivo dell’autunno a Soriano nel Cimino. Ma a dispetto del nome, che può sembrare a prima vista riduttivo, si tratta in realtà di una grande manifestazione storico-rievocativa che coinvolge tutta la cittadina, con protagoniste le quattro contrade: Papacqua, Rocca, San Giorgio e Trinità. Non solo: la kermesse sorianese, negli ultimi anni, ha fatto parlare di sé in tutta Italia e oltre, attirando l’attenzione dei media nonché migliaia di visitatori anche stranieri. Tutto questo grazie ai crescenti sforzi della realtà organizzatrice dell’evento, l’Ente Sagra delle Castagne presieduto da Antonio Tempesta, in stretta collaborazione con il Comune di Soriano nel Cimino. A tale scopo, il 17 settembre su Alice TV si parlerà di Soriano e di un suo piatto tipico (minestra di ceci, castagne e maltagliati) presentato da Michela Bernabei, ospite in trasmissione insieme a Tempesta per promuovere la Sagra.

Gli eventi dell’edizione 2018 si estendono per circa un mese: si inizia il 22 settembre con “Aspettando la Sagra” per proseguire poi nei primi tre weekend di ottobre. Agli appuntamenti tradizionali che celebrano ed esaltano la tradizione e la storia di Soriano, si affianca una ricca scelta di eventi di varia natura, da conferenze a passeggiate nel territorio, dall’enogastronomia agli incontri culturali.

Si parte sabato 22 settembre con il convegno, presso la sala consiliare del Comune (ore 9-17), sul tema “Ville, palazzi e castelli nella Tuscia Viterbese tra XV e XVII secolo: natura, mitologia e alchimia“. Domenica 23 settembre, per l’ottavo anno, torna “Le Contrade per l’Avis”, donazione sangue a cura della Sezione Avis Dante Terzini di Soriano nel Cimino, presso la Scuola dell’Infanzia di Via Fratelli Cervi in località Sant’Eutizio (ore 8-10.30). Alle 9.30 da Piazza Vittorio Emanuele II parte la “Salifaggeta”, sesta edizione della gara podistica competitiva su strada di km 8,5, organizzata da Asd Viterbo Runners. Quindi, sabato 29 settembre alle 16, il Chiostro di Sant’Agostino ospita “1000 piccole buone azioni“, presentazione della finalizzazione del progetto partecipato a favore del recupero del giardino interno di Palazzo Chigi-Albani. A cura dell’Associazione Soriano Terzo Millennio con il patrocinio del Comune di Soriano nel Cimino.

Da sottolineare che Soriano ospiterà, nell’ambito della Sagra, la Giornata Nazionale del Camminare nella Tuscia a cura della FederTrek, che prevede la partecipazione di numerose associazioni escursioniste alla scoperta della natura e dell’archeologia del territorio, mentre il 20 e 21 ottobre torna “Il Castello dei Sapori”, mercato enogastronomico dedicato ai prodotti della Tuscia presso il Castello Orsini.

Come sempre, ovviamente, gli spettacoli di maggior richiamo restano quelli di carattere storico-rievocativo. Il Palio delle Contrade (domenica 7 ottobre) vedrà sfidarsi cavalieri e arcieri dei quattro rioni in una giostra medioevale di grande suggestione; la rievocazione “Soriano tra storia e leggenda” (13 ottobre), preceduta nel pomeriggio dai divertenti giochi popolari; il Corteo Storico “Soriano e i suoi Rioni con i suoi 700 figuranti sfilerà nel pomeriggio del 14 ottobre con i suoi meravigliosi costumi; infine, il “Convivium Secretum”(19 ottobre), nella confermata formula post-Sagra, il percorso enogastronomico tra i sapori antichi presso le taverne delle quattro contrade, chiamate a una vera e propria sfida per il miglior addobbo e la miglior ricetta storica, con una qualificata giuria che valuterà costumi, suppellettili, allestimenti e pietanze.

Per ulteriori informazioni e per il programma completo: www.sagradellecastagne.com.

Commenti

commenti